lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

PO.PART Politiche partecipate in Emilia-Romagna

PO.PART è un progetto del Servizio Comunicazione, Educazione alla Sostenibilità e Strumenti di partecipazione della Regione Emilia-Romagna, inserito nel Piano Telematico operativo 2013, col quale si prosegue e sviluppa il tema della cittadinanza e della partecipazione digitale.

La Regione Emilia-Romagna ha sviluppato progetti di e-democracy fin dal 2004. Con Partecipa.net prima ed Io Partecipo poi, ha sperimentato soluzioni per il coinvolgimento dei cittadini e la partecipazione degli stessi alle politiche regionali e locali.

Le profonde trasformazioni degli ultimi anni, sia dal punto di visto politico-sociale, sia delle dinamiche, abitudini e stili di consumo dei nuovi mezzi di comunicazione, fin alla mutata situazione normativa (dal livello europeo, a quello regionale di settore fino alla legge 3/2010) ha richiesto un ripensamento ed un’evoluzione delle metodologie e degli strumenti in opera.

Con questo progetto si intende anche superare la tradizionale dicotomia tra partecipazione off line ed online, nella convinzione che un processo partecipativo che possa dirsi completo, trasparente ed inclusivo, debba oggi avvalersi di entrambe le dimensioni.

PO.PART si sviluppa esso stesso attraverso un percorso di progettazione partecipata ( off e online) e in particolare per quel che attiene allo sviluppo dello spazio web, definito ioPartecipo+ (in continuità col precedente) sono state utilizzare tecniche di co-design dei servizi on line.

Il co-design è una modalità di lavoro che pone al centro del progetto l'utente finale ed i soggetti che intervengono nella fornitura dei servizi e nasce dall'idea che la creazione di un prodotto o servizio è un processo intrinsecamente complesso nel quale la conoscenza dell'utenza finale e dei suoi bisogni, la presenza di vincoli ed opportunità di natura tecnica ed organizzativa, la capacità decisionale e la flessibilità tra risorse ed obiettivi, sono tutti ingredienti fondamentali per il raggiungimento del miglior risultato possibile in base alle reali condizioni di progetto.

Per dominare tale complessità in tempi rapidi e con approccio orientato al risultato è necessario coinvolgere in modo diretto tutti i decisori nel processo di design, guidandoli nella definizione degli obiettivi, nella raccolta ed analisi delle informazioni di base e nella scelta delle ipotesi progettuali.

Nel caso di ioPartecipo+ il team è stato formato da esperti dei processi organizzativi e redazionali dell'Ente, dello sviluppo della piattaforma di riferimento, facilitatori di processi partecipativi e progettisti dell'esperienza utente, tenendo stretti e frequenti contatti con la Cabina di regia del portale E-R e degli applicativi associati al tema della partecipazione (Osservatorio sulla Partecipazione).

Nel corso di circa 10 incontri il team ha svolto: focus group per ascoltare e sintetizzare il punto di vista delle diverse categorie di utenti (fase di analisi dei requisiti utente); prodotto un alto numero di proposte iniziali (fase di brainstorming); individuato, raffinato e validato una lista di idee candidate all'implementazione (fase di concept); realizzato prototipi (su carta e poi interattivi) al fine di verificare la fattibilità, gli ingombri e la resa finale dei principali contenuti e funzionalità (fase di prototipazione); sottoposto alla valutazione di gruppi di utenti le proposte e raffinato i prototipi (fase di progettazione di dettaglio).

ioPartecipo+ intende fornire ai cittadini una visione completa delle politiche regionali che prevedono momenti di coinvolgimento dei cittadini e nello stesso tempo (e luogo) dare agli stessi la possibilità di essere parte di questi processi.

Il nuovo ambiente integrerà i canali già in uso dagli utenti (in particolare i social network), permettendo per esempio ai cittadini di identificarsi con le credenziali già in uso e registrate su altri siti (log in con credenziali facebook piuttosto che gmail piuttosto che twitter, ecc) o di iscriversi al sistema federato regionale (Federa). Questo oltre ad agevolare l’accesso è finalizzato a creare delle sinergie e delle “economie” tra i vari canali di comunicazione, sia regionali (siti RER) che sfruttando le piattaforme social più diffuse tra gli utenti (anche attraverso l’uso di widget).

Oltre al nuovo sito di servizi per la partecipazione (ioPartecipo+) il progetto svilupperà linee guida, manualistica e strumenti di supporto per l’utilizzo della piattaforma ma soprattutto per una gestione integrata dei vari strumenti per la partecipazione.

Il Gruppo comunicazione di cittadinanza, composto da funzionari regionali delle varie direzioni generali, lavorerà per sistematizzare o sviluppare ex novo questi strumenti in coerenza e sinergia con le indicazioni della Legge regionale 3/2010 e delle Linee guida del Tecnico di Garanzia della Partecipazione.

Inoltre, nella piattaforma sarà sempre aperto un meta-processo rivolto a tutti gli utenti web per il miglioramento in progress (perpetua beta) di ioPartecipo+.

In sintesi, questo progetto rafforza l’idea di un piano integrato di azioni sulla partecipazione, costruendo strumenti e linee guida in modalità partecipata, facendo convergere e lavorare assieme i vari settori che nell’amministrazione si occupano di partecipazione e rafforzando il contesto informativo (E-R Partecipazione, Sito Tecnico di Garanzia, Osservatorio della partecipazione) con un sito di servizi on line.

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/05/2013 — ultima modifica 06/06/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it