venerdì 24.03.2017
caricamento meteo
Sections

Costruire salute: Piano Regionale della Prevenzione 2015-2018

Il Piano nazionale della Prevenzione 2015-2018, nato dall’Intesa 13 novembre 2014 fra Stato, Regioni e Province autonome, stabilisce tra l’altro che le Regioni provvedano entro il primo semestre 2015 ad adottare il proprio Piano Regionale della Prevenzione (PRP) condividendone la visione, i principi, le priorità e la struttura.

In particolare il Piano Regionale declina il Piano nazionale negli specifici contesti regionali e locali attraverso la definizione di Quadri logici regionali che prevedono la definizione di obiettivi specifici, programmi, popolazioni target azioni e indicatori (e relativi standard) per la valutazione del raggiungimento degli obiettivi fissati.

Gli elementi portanti dell’impianto del Piano Nazionale sono condivisi a livello regionale: promozione della salute e della prevenzione come fattori di sviluppo della società e di sostenibilità del welfare, approccio di sanità pubblica che garantisca equità e contrasto alle diseguaglianze, approccio evidence based, uso responsabile delle risorse disponibili.

In fase progettuale sono stati attivati Gruppi di lavoro trasversali con l'obiettivo di presidiare l'integrazione per setting dei singoli progetti,  mentre gruppi di lavoro più specifici hanno mirato i lavori all'implementazione dei singoli progetti contribuendo al raggiungimento dei macro-obiettivi del Piano nazionale della prevenzione.

A supporto delle fasi di progettazione, implementazione e successiva verifica dell’attuazione del PRP è previsto un gruppo di coordinamento e monitoraggio rappresentativo dei diversi settori coinvolti nel Piano in una logica di forte integrazione. A livello locale le aziende Usl assicurano un'analoga organizzazione con l'individuazione di un referente aziendale e di un gruppo di coordinamento integrato tra le diverse strutture organizzative aziendali, interfaccia con il livello regionale, in grado di presidiare lo sviluppo di collaborazioni e intese con gli enti locali e con le diverse forme organizzate del privato sociale.

Il Piano nazionale è organizzato in 10 Macro Obiettivi che delineano 79 obiettivi centrali e 139 indicatori; a livello regionale la progettazione è organizzata in 4 setting su cui agire: l'ambiente di lavoro, l'ambiente sanitario, la scuola e la comunità, quest'ultima declinata secondo tre direttrici: programmi di popolazione, interventi età-specifici e interventi per patologia. La progettazione del PRP ha comportato un lavoro a matrice incrociando setting e macro-obiettivi nazionali; i progetti che compongono il PRP sono 68, così ripartiti

  • Setting 1 - ambienti di lavoro: 8 progetti
  • Setting 2 - comunità (programmi di popolazione): 21 progetti
  • Setting 3 - comunità (interventi per età): 9 progetti
  • Setting 4 - comunità (interventi per condizioni specifiche): 9 progetti
  • Setting 5 - scuola: 9 progetti
  • Setting 6 - ambito sanitario: 12 progetti 
  • Il percorso di costruzione del PRP 2014-2018 prevedeva in via preliminare la predisposizione di un aggiornato Profilo di salute regionale che consentisse di valutare i risultati raggiunti con i precedenti Piani della prevenzione, delineare la base conoscitiva dei bisogni di salute della popolazione e i problemi prioritari su cui intervenire; il profilo di salute è indispensabile nella fase di costruzione del PRP per l’esplicitazione degli standard cui tendere partendo dal valore attuale (base- line).

    Costruire salute Piazza

    Consultazione

    Conclusa il 31/01/2016

    Ideazione

    Si rivolge a
    • Associazioni
    • Aziende
    • Aziende sanitarie
    • Cittadini
    • Enti
    • Università
    Costruire salute

    La Regione ha approvato il Piano Regionale della Prevenzione (PRP) per promuovere la nostra salute e quella delle comunità. Efficacia, intersettorialità, comunicazione, equità e partecipazione sono le parole chiave. In questa piazza puoi approfondire le sfide di salute, consultare documenti ma soprattutto condividere idee e proposte per la realizzazione dei progetti del PRP. Partecipa anche tu!

    Azioni sul documento

    Strumenti personali

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it