martedì 12.12.2017
caricamento meteo
Sections

Partecipa a #InvestEU

Aperta fino al 31/01/2018

Si rivolge a
  • Associazioni
  • Cittadini
  • Enti
  • Imprese
  • Università

Urbis: il nuovo sportello unico di consulenza per aiutare le città a pianificare gli investimenti

con esperti della Banca europea per gli investimenti (BEI) e gli esperti di JASPERS, l'équipe indipendente specializzata nella preparazione di progetti di elevata qualità finanziati dall'UE.

 

Città europee più intelligenti e sostenibili. E' la volontà di tutti gli amministratori locali e l'auspicio dei cittadini. Ma spesso le difficoltà per accedere ai finanziamenti frenano e rallentano i progetti.
Aiuti?
Commissione europea e Banca europea per gli investimenti lanciano URBIS (Urban Investment Support), uno sportello unico  per le città che le aiuterà a pianificare gli investimenti a sostegno delle strategie di sviluppo urbano e ad accedere più facilmente ai finanziamenti. 

I singoli progetti comunali, pensiamo a quelli nei settori dell'inclusione sociale, del risanamento urbano o dell'efficienza energetica, possono essere troppo rischiosi o di dimensioni troppo ridotte per il mercato. Al tempo stesso anche i finanziamenti dei programmi urbani integrati possono risultare difficilmente accessibili. URBIS si propone di aiutare le città ad affrontare questi problemi sostenendole nella progettazione, pianificazione e attuazione delle loro strategie e dei loro progetti di investimento, con consigli tecnici e finanziari personalizzati anche nell'ambito delle opzioni di finanziamento innovativo. L'obiettivo è la realizzazione a breve e medio termine di progetti concreti, ad esempio nel settore delle azioni per il clima nelle aree urbane.

Da chi è composto?
Da esperti della Banca europea per gli investimenti (BEI) provenienti dai diversi servizi di consulenza e servizi ai progetti dell'istituzione, compresi il personale della BEI negli Stati membri e gli esperti di JASPERS, l'équipe indipendente specializzata nella preparazione di progetti di elevata qualità finanziati dall'UE.
Se necessario saranno coinvolti esperti in grado di spiegare come combinare i finanziamenti dell'UE con quelli delle banche di promozione nazionali e locali e con le opportunità di finanziamento alternative, come gli investimenti a impatto sociale (investimenti effettuati in società, organizzazioni o fondi con l'intenzione di generare un impatto sociale e ambientale oltre che un rendimento finanziario).

URBIS aiuterà a:
- migliorare la strategia di investimento delle città fornendo consigli nell'ambito della pianificazione strategica, della definizione delle priorità e dell'ottimizzazione dei programmi e dei progetti di investimento;
- rendere i progetti e i programmi di investimento finanziabili, ad esempio fornendo un'analisi della domanda o un sostegno per la strutturazione finanziaria ed esaminando i progetti di domande di finanziamento;
- esaminare le opportunità di finanziamento a titolo del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), dei fondi della politica di coesione (a titolo dei quali nel periodo 2014-2020 sono previsti investimenti per oltre 100 miliardi di euro nelle aree urbane), o di una combinazione dei due;
- sostenere i lavori di preparazione per le piattaforme di investimento e i meccanismi che combinano diversi finanziamenti, stabilire contatti con gli intermediari finanziari ed elaborare modalità di attuazione per tali meccanismi;
- sviluppare approcci finanziari intesi ad alleviare l'onere gravante sul debito comunale e ad aiutare le imprese comunali e i fornitori di servizi urbani privati ad accedere ai finanziamenti.

Come chiedere il supporto di URBIS?
Le città di tutte le dimensioni e di tutti gli Stati membri possono farlo attraverso il sito del polo europeo di consulenza sugli investimenti.

Cosa accade ora?
URBIS comincerà la sua attività utilizzando i servizi di consulenza e i servizi ai progetti della Banca europea per gli investimenti e si concentrerà su un numero limitato di compiti.
Questo lavoro iniziale e le richieste del sostegno di URBIS da parte delle città saranno valutati dalla BEI e dalla Commissione nella seconda metà del 2018. Se URBIS si rivelerà efficace potrebbero essere prese in considerazione risorse supplementari al fine di continuare, migliorare e ampliare l'iniziativa.

E poi?
Le analisi e il lavoro nell'ambito di URBIS contribuiranno alla riflessione in corso sul prossimo quadro di bilancio dopo il 2020, in particolare per quanto riguarda l'accesso e la gestione dei fondi della politica di coesione da parte delle città.

Sostegno della BEI all'Agenda Urbana
Un piano degli Investimenti per l'Europa

#Urbis
#InvestEU

 

Redazione Europe Direct Lombardia
@ED_Lombardia

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/12/2017 — ultima modifica 05/12/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it