lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

E-R Trasparente

Conclusa il 31/01/2015

Si rivolge a
  • Associazioni
  • Aziende
  • Cittadini
  • Enti
  • Università

On line la piattaforma soldipubblici.gov.it

Attingendo alla banca dati SIOPE, un nuovo sito lanciato dal Governo e gestito dall’Agenzia per l’Italia Digitale permette di informarsi sulle spese effettive effettuate dalle amministrazioni pubbliche, per singoli capitoli di uscita, così come rendicontate dai loro tesorieri
On line la piattaforma soldipubblici.gov.it

soldipubblici.gov.it

Cosa è soldipubblici.gov.it

La nuova piattaforma soldipubblici.gov.it nasce per informare i cittadini sulle spese effettuate dalle pubbliche amministrazioni italiane. Lo scopo che ha portato alla sua realizzazione è di rendere maggiormente trasparente l’informazione a riguardo, anche con la finalità di evidenziare le differenze tra le diverse amministrazioni e favorire confronti a riguardo.

La particolarità della nuova piattaforma è che non fa riferimento, come spesso accaduto finora, ai dati di bilancio, ossia alle spese che gli enti prevedono di compiere, ma ai pagamenti effettivamente compiuti dagli enti, così come comunicati dai loro tesorieri.

Per fornire questi dati il nuovo sito attinge al Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici (SIOPE), alla quale i tesorieri delle amministrazioni accedono per rendicontare in materia. La stessa banca dati SIOPE dispone di un sito che permette di accedere a queste informazioni, ma in maniera molto meno agevole rispetto a quanto non si possa fare con la nuova piattaforma. Quest’ultima infatti è stata pensata per essere maggiormente usabile, attraverso un motore di ricerca basato su meccanismi semantici che dovrebbero rendere più facile il reperimento di quanto desiderato.

Cosa è disponibile attualmente on line

La prima versione di soldipubblici.gov.it permette di accedere ai dati relativi ai pagamenti delle Regioni, delle Aziende sanitarie regionali, delle Province e dei Comuni. I dati sono aggiornati con cadenza mensile e gli ultimi inseriti fanno riferimento al mese precedente.

Accedendo alla home page del sito, la prima informazione, sempre presente, rende conto della spesa complessiva effettuata da tutte le amministrazioni contemplate nella banca dati, alla fine del mese precedente.

Sempre in home page, un motore di ricerca a due entrate permette di informarsi sui singoli enti e sulle voci di pagamento specifiche. Alla ricerca corrispondono dei risultati, con i relativi codici di pagamento, relativi alla spesa dell’ultimo mese disponibile, a quella totale dell’anno in corso e a quella complessiva effettuata, sempre per quella specifica voce, nell’anno precedente.

Il sistema permette anche di salvare questi risultati, per effettuare eventuali confronti con quelli derivanti da altre ricerche, e di visualizzare graficamente l’andamento della spesa nel corso dall’anno, con confronti ulteriori rispetto a quella dello scorso anno e alla media nazionale.

L’evoluzione della piattaforma

I promotori del progetto hanno annunciato che nei prossimi messi hanno intenzione di pubblicare su soldipubblici.gov.it anche i dati relativi ai pagamenti effettuati dalle Unioni di comuni, dalle Università, dalle singole strutture sanitarie, dalle Camere di commercio e dai Ministeri.

In più e inoltre, l’obiettivo è di fornire sulla piattaforma tutti i dati contenuti nelle fatture elettroniche. Dallo scorso giugno, le amministrazioni centrali sono già state obbligate per legge a passare dalle fatture cartacee a quelle elettroniche, e a partite dal prossimo 31 marzo anche le amministrazioni locali dovranno fare lo stesso. Grazie a ciò, si potranno incrociare i dati riportati in questa tipologia di documenti con quelli provenienti da Siope, e siccome tra le altre cose le fatture forniscono informazioni di dettaglio sui beni e le quantità acquistate dagli enti, si disporrà di una visione di insieme ancora più accurata su come gli enti pubblici spendono le proprie risorse.

Sempre in futuro si conta di rendere scaricabili i dati forniti dalla piattaforma, posto che il download è già oggi possibile attraverso SIOPE.

Un ulteriore obiettivo è d migliorare e arricchire le funzionalità di ricerca, visualizzazione e analisi dei dati

Lanciando la piattaforma, i promotori hanno invitato a inviare segnalazioni e commenti per il miglioramento delle sue funzionalità all’account twitter @soldipubbliciIT.

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/12/2014 — ultima modifica 22/12/2014
Trasparenza on line, i dati più importanti
Quali le categorie di dati a cui dare più evidenza tra quelle che è obbligatorio pubblicare per legge?
  • Organizzazione dell’ente
    0.00% 0 (0.00%)
  • Enti controllati e consulenze
    0.00% 0 (0.00%)
  • Attività, bilanci e performance
    33.33% 4 (33.33%)
  • Bandi di gara e concorsi
    25.00% 3 (25.00%)
  • Sovvenzioni, contributi e sussidi
    8.33% 1 (8.33%)
  • Governo del territorio e informazioni ambientali
    25.00% 3 (25.00%)
  • Informazioni sanitarie
    8.33% 1 (8.33%)
Voti : 12
+info
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it