giovedì 14.12.2017
caricamento meteo
Sections

Livello di partecipazione Consultazione

Fase della politica Ideazione

La medicina ha un genere? Curarsi delle differenze

Conclusa il 30/06/2015

Si rivolge a
  • Aziende sanitarie
  • Cittadini
  • Università

La medicina ha un genere? Prendersi cura delle differenze

Mercoledì 15 aprile dalle 15.00 alle 18.00 circa, nell'Aula Magna della Regione Emilia Romagna (viale Aldo moro 30), si terrà il seminario "La medicina ha un genere? Prendersi cura delle differenze", a cui tutti gli interessati possono partecipare gratutitamente.

Dettagli dell'evento

Quando

30/03/2015
dalle 11:20 alle 11:20

Dove

Aula Magna, Viale Aldo Moro 30 - Bologna

Persona di riferimento

Partecipanti

Augusta Nicoli (Responsabile Area Comunità, equità e partecipazione, Agenzia sanitaria e sociale regionale), Giovannella Baggio (Medico, Professore ordinario di medicina di genere, Università di Padova), Patrizia Presbiterio (Cardiologa, Istituto di ricerca Humanitas, Milano), Fulvia Signani (psicologa, Azienda USL di Ferrara).

Aggiungi l'evento al calendario

Mercoledì 15 aprile dalle 15.00 alle 18.00 circa, nell'Aula Magna della Regione Emilia Romagna (viale Aldo moro 30), si terrà il seminario "La medicina ha un genere? Prendersi cura delle differenze", a cui tutti gli interessati possono partecipare gratutitamente.

L'evento è organizzato nell'ambito del programma regionale Sanità in Movimento, che progetta e realizza opportunità di partecipazione e di scambio reciproco rivolte a tutti coloro che sono interessati ai temi della salute, del benessere sociale e dell’assistenza sanitaria (cittadini, operatori sanitari, studenti, etc.).

Nel corso del pomeriggio, diversi esperti dibatteranno sul tema della "medicina di genere" o gender medicine, che si concentra sull'impatto sulla salute del 'genere', cioè quella complessa interazione tra il sesso (inteso come marcatore biologico del corpo) e il comportamento psicologico e culturale, legato invece al retroterra etnico, sociale e religioso di ognuno di noi.

Oltre alle ben conosciute differenze biologiche tra uomini e donne, da sempre più numerosi studi emerge infatti che i due sessi sono esposti anche a fattori psicosociali diversi, che hanno effetti importanti sulla salute: per garantire alle donne e agli uomini la migliore assistenza possibile, quindi, servono conoscenze e capacità cliniche specifiche, che tengano conto delle interazioni complesse tra ambiente, biologia e fattori psicosociali.

Dato che la medicina di genere ragiona su questi fattori e sulle loro dinamiche, rappresenta uno degli esempi di ‘ponte’ tra le scienze umane e quelle bio-mediche, ed è oggetto di crescente interesse da parte degli operatori della sanità e dei cittadini.

Ulteriori informazioni su questo evento…

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/03/2015 — ultima modifica 15/04/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it