venerdì 20.07.2018
caricamento meteo
Sections

SEINONDA

Conclusa il 30/04/2016

Si rivolge a
  • Associazioni
  • Aziende
  • Cittadini
  • Enti

Il Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni è un nuovo strumento che si propone di individuare misure e azioni per ridurre gli effetti negativi derivanti dalle alluvioni sulla vita e la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale, l’attività economica e le infrastrutture.

Contribuisci anche tu a costruire il Piano!

Per approfondire.

Avvisi
Immagine tratta dal sito di CINID
11.11.2016

Un approccio sistemico alla mitigazione del rischio alluvionale

Pubblicate le presentazioni degli interventi tecnico-scientifici delle iniziative del 4 novembre in occasione della ricorrenza dell'alluvione di Firenze

Foto di Renato Carini tratta dal sito E-R Ambiente
23.09.2016

La gestione della vegetazione ripariale tra rischio idraulico, tutela della Biodiversità e del paesaggio

In Regione il convegno e approfondimenti sul tema della gestione della vegetazione ripariale

Immagine tratta dalla copertina della pubblicazione
13.09.2016

Pubblicata la nuova biografia

Il racconto di due anni di partecipazione dedicati alla Direttiva Alluvioni

Altro…
Aggiornamenti dalla piazza
Aggiornamenti dal web
Dal portale Ambiente

20/07/2018

"Pronto soccorso" per le tartarughe ferite e recuperate in mare

"Pronto soccorso" per le tartarughe ferite e recuperate in mare

L'Associazione italiana cultura sport aderisce al progetto europeo TartaLife. Nel Ferrarese costituita già la prima ‘vasca’ di accoglienza

19/07/2018

Mobilità sostenibile, a Ferrara crescono le piste ciclabili

Mobilità sostenibile, a Ferrara crescono le piste ciclabili

I dati Istat mostrano un aumento del 39,4% in 5 anni. Il capoluogo estense è primo in regione e l'Emilia-Romagna è leader in Italia

18/07/2018

Ripartono le visite gratuite sul monte Cimone

Ripartono le visite gratuite sul monte Cimone

Da oggi tornano le escursioni alla stazione di ricerca lungo l’itinerario didattico-ambientale del “Sentiero dell’Atmosfera”

17/07/2018

Mobilità sostenibile, a Bologna è "Mobike" mania

Mobilità sostenibile, a Bologna è "Mobike" mania

Nelle prime due settimane dal debutto delle bici condivise già percorsi 80.000 chilometri da 9.800 utenti unici

16/07/2018

Rifiuti Ferrara, approvato il nuovo regolamento sulle tariffe

Rifiuti Ferrara, approvato il nuovo regolamento sulle tariffe

Dall'1 gennaio 2018 c'è stato il passaggio alla tariffazione puntuale. Previsti sconti e agevolazioni per alcuni conferimenti

RSS dal sito http://ambiente.regione.emilia-romagna.it
Azioni sul documento

Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: cosa può fare un cittadino?
Cosa può fare un cittadino per la manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali?
  • Rimuovere in autonomia materiale negli alvei e dalle sponde
    5.26% 1 (5.26%)
  • Rendersi disponibile alla gestione della vegetazione che può impedire il deflusso normale delle acque
    10.53% 2 (10.53%)
  • Segnalare la presenza di materiale abbandonato e di vegetazione che ostacolano il deflusso delle acque agli enti preposti.
    57.89% 11 (57.89%)
  • Partecipare a corsi e/o visite guidate per imparare come fare una corretta manutenzione
    5.26% 1 (5.26%)
  • Segnalare la presenza di tane di animali o altre criticità negli argini
    21.05% 4 (21.05%)
Voti : 19
Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: due azioni prioritarie
Quali sono le due azioni che ritieni prioritarie per una buona manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali di bonifica?
  • Rimuovere materiale abbandonato negli alvei e sulle sponde
    27.59% 8 (27.59%)
  • Eliminare la vegetazione che impedisce il deflusso normale delle acque
    31.03% 9 (31.03%)
  • Ripristinare gli argini danneggiati da tane e controllare le popolazioni animali
    27.59% 8 (27.59%)
  • Organizzare giornate di educazione ambientale sui fiumi (fiumi puliti, ecc)
    6.90% 2 (6.90%)
  • Rimuovere gli accumuli di ghiaia dagli alvei
    6.90% 2 (6.90%)
Voti : 29
Conoscere per capire
Quali sono secondo te i luoghi più indicati per fare informazione/ formazione/educazione sul tema del rischio?
  • Piazze
    10.77% 7 (10.77%)
  • Scuole
    36.92% 24 (36.92%)
  • Centri di aggregazione (sedi di quartiere, circoli culturali)
    27.69% 18 (27.69%)
  • Uffici relazione con il pubblico
    1.54% 1 (1.54%)
  • Esercitazioni
    23.08% 15 (23.08%)
Voti : 65
L’attività di informazione della popolazione sul rischio al quale è esposta
Come vorrei essere informato in caso di allerta meteo?
  • Siti web istituzionali (Regione, Prefettura, Comune)
    17.81% 13 (17.81%)
  • Pannelli luminosi stradali
    15.07% 11 (15.07%)
  • Messaggi TV e Radio
    20.55% 15 (20.55%)
  • Sms
    26.03% 19 (26.03%)
  • App/ Social network
    20.55% 15 (20.55%)
Voti : 73
+info
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it