martedì 22.05.2018
caricamento meteo
Sections

SEINONDA

Conclusa il 30/04/2016

Si rivolge a
  • Associazioni
  • Aziende
  • Cittadini
  • Enti

Il Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni è un nuovo strumento che si propone di individuare misure e azioni per ridurre gli effetti negativi derivanti dalle alluvioni sulla vita e la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale, l’attività economica e le infrastrutture.

Contribuisci anche tu a costruire il Piano!

Per approfondire.

Avvisi
Immagine tratta dal sito di CINID
11.11.2016

Un approccio sistemico alla mitigazione del rischio alluvionale

Pubblicate le presentazioni degli interventi tecnico-scientifici delle iniziative del 4 novembre in occasione della ricorrenza dell'alluvione di Firenze

Foto di Renato Carini tratta dal sito E-R Ambiente
23.09.2016

La gestione della vegetazione ripariale tra rischio idraulico, tutela della Biodiversità e del paesaggio

In Regione il convegno e approfondimenti sul tema della gestione della vegetazione ripariale

Immagine tratta dalla copertina della pubblicazione
13.09.2016

Pubblicata la nuova biografia

Il racconto di due anni di partecipazione dedicati alla Direttiva Alluvioni

Altro…
Aggiornamenti dalla piazza
Aggiornamenti dal web
Dal portale Ambiente

22/05/2018

EU Green Week 2018: città verdi per un futuro più verde

EU Green Week 2018: città verdi per un futuro più verde

21/25 maggio: al via la 18° edizione di EU Green Week, l’evento più importante nel calendario delle politiche ambientali dell’Ue

22/05/2018

Un bando per iniziative di sviluppo sostenibile

Un bando per iniziative di sviluppo sostenibile

Le domande per partecipare al bando del Ministero dell’Ambiente potranno essere presentate dal 22 maggio al 30 giugno 2018

22/05/2018

Castel San Pietro Terme (Bo), qual è la scuola più riciclona?

Castel San Pietro Terme (Bo), qual è la scuola più riciclona?

L'istituto scolastico "primaria Sassatelli" si è aggiudicato la vittoria nel concorso "Differenzia la tua scuola"

21/05/2018

Parma, premiati i vincitori del concorso "Lo spreco da non alimentare"

Parma, premiati i vincitori del concorso "Lo spreco da non alimentare"

L'iniziativa, rivolta alle Scuole Primarie di Primo e Secondo Grado, ha lo scopo di stimolare stili di vita consapevoli

18/05/2018

Natura e cultura, a Pennabilli (Ri) c'è la festa dei musei

Natura e cultura, a Pennabilli (Ri) c'è la festa dei musei

Tre giorni di eventi il 19, 20 e 22 maggio al Museo Naturalistico con il Ceas Parco Sasso Simone e Simoncello

RSS dal sito http://ambiente.regione.emilia-romagna.it
Azioni sul documento

Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: cosa può fare un cittadino?
Cosa può fare un cittadino per la manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali?
  • Rimuovere in autonomia materiale negli alvei e dalle sponde
    5.26% 1 (5.26%)
  • Rendersi disponibile alla gestione della vegetazione che può impedire il deflusso normale delle acque
    10.53% 2 (10.53%)
  • Segnalare la presenza di materiale abbandonato e di vegetazione che ostacolano il deflusso delle acque agli enti preposti.
    57.89% 11 (57.89%)
  • Partecipare a corsi e/o visite guidate per imparare come fare una corretta manutenzione
    5.26% 1 (5.26%)
  • Segnalare la presenza di tane di animali o altre criticità negli argini
    21.05% 4 (21.05%)
Voti : 19
Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: due azioni prioritarie
Quali sono le due azioni che ritieni prioritarie per una buona manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali di bonifica?
  • Rimuovere materiale abbandonato negli alvei e sulle sponde
    27.59% 8 (27.59%)
  • Eliminare la vegetazione che impedisce il deflusso normale delle acque
    31.03% 9 (31.03%)
  • Ripristinare gli argini danneggiati da tane e controllare le popolazioni animali
    27.59% 8 (27.59%)
  • Organizzare giornate di educazione ambientale sui fiumi (fiumi puliti, ecc)
    6.90% 2 (6.90%)
  • Rimuovere gli accumuli di ghiaia dagli alvei
    6.90% 2 (6.90%)
Voti : 29
Conoscere per capire
Quali sono secondo te i luoghi più indicati per fare informazione/ formazione/educazione sul tema del rischio?
  • Piazze
    10.77% 7 (10.77%)
  • Scuole
    36.92% 24 (36.92%)
  • Centri di aggregazione (sedi di quartiere, circoli culturali)
    27.69% 18 (27.69%)
  • Uffici relazione con il pubblico
    1.54% 1 (1.54%)
  • Esercitazioni
    23.08% 15 (23.08%)
Voti : 65
L’attività di informazione della popolazione sul rischio al quale è esposta
Come vorrei essere informato in caso di allerta meteo?
  • Siti web istituzionali (Regione, Prefettura, Comune)
    17.81% 13 (17.81%)
  • Pannelli luminosi stradali
    15.07% 11 (15.07%)
  • Messaggi TV e Radio
    20.55% 15 (20.55%)
  • Sms
    26.03% 19 (26.03%)
  • App/ Social network
    20.55% 15 (20.55%)
Voti : 73
+info
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it