lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

SEINONDA

Conclusa il 30/04/2016

Si rivolge a
  • Associazioni
  • Aziende
  • Cittadini
  • Enti

Approfondimenti

Nell’ambito delle politiche europee in atto, la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni rivestono un ruolo fondamentale sancito dalla Direttiva 2007/60/CE (c.d. Direttiva Alluvioni, recepita nell’ordinamento italiano con il D.Lgs. 49/2010), compito che gli Stati membri sono tenuti a svolgere secondo tempistiche e modalità specifiche, attraverso l’elaborazione di un nuovo Piano, denominato Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni.

Il Piano, basandosi su una diagnosi delle criticità del territorio rispetto ai fenomeni alluvionali, sintetizzate nelle mappe della pericolosità e del rischio di alluvioni, individua una serie di misure necessarie al raggiungimento dell’obiettivo di ridurre le conseguenze negative delle alluvioni nei confronti della salute umana, del territorio, dei beni, dell’ambiente, del patrimonio culturale e delle attività economiche e sociali.

Il Piano si configura come un nuovo strumento strategico e fondamentale che riassume in sé tutti gli aspetti della gestione del rischio di alluvioni ed in particolare la prevenzione, la protezione, la preparazione e reazione alle emergenze, comprese le previsioni di alluvione e i sistemi di allertamento.

Nella formazione del Piano rivestono un ruolo importante l’informazione, la consultazione e la partecipazione del pubblico.

E’ in questo contesto che nasce il Processo Partecipato SEINONDA che si avvale di momenti di partecipazione in presenza (Convegni, Workshop, incontri, etc) e dell’utilizzo della Piattaforma Io Partecipo+ (Piazza virtuale SEINONDA) per la consultazione on line: l’elaborazione del Piano prende avvio, infatti, dalla collaborazione dei servizi regionali con Autorità di Bacino, Agenzia di Protezione Civile e Consorzi di Bonifica e si arricchisce attraverso un processo partecipativo che coinvolge enti ai vari livelli e un campione di cittadini e delle sue forme organizzate.

La finalità del processo partecipativo è informare, rendere consapevoli, raccogliere conoscenze specifiche sul territorio ed indicazioni che consentano di elaborare misure di Piano rispondenti alle esigenze della cittadinanza.

La Piazza SEINONDA è un luogo virtuale dedicata al Processo Partecipato nella quale continuare a parlare, confrontarsi, avanzare proposte, sui temi della valutazione e della gestione del rischio di alluvioni.

Il titolo del processo e della Piazza evoca almeno due significati:

- Se (il corso d’acqua, il canale, il mare, etc) inonda (il territorio in cui vivo, in cui lavoro, in cui mi muovo, etc): cosa succede, cosa posso fare, cosa può fare il sistema, etc

- Sei in onda: cioè, puoi partecipare attivamente, far sentire la tua voce, avanzare proposte per una migliore e sostenibile gestione e valutazione delle alluvioni.

All’interno della Piazza, attraverso una serie di strumenti dinamici, puoi prendere parte alle attività, tenerti aggiornato sulle ultime novità che interessano il percorso di elaborazione del Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni in Regione Emilia-Romagna (AVVISI), essere informato tempestivamente sugli eventi più significativi organizzati (EVENTI), partecipare a Forum già attivi o proporne di nuovi (FORUM), consultare documenti tecnici e non (DOCUMENTI), intervenire direttamente con quesiti, segnalazioni o proposte.

Per partecipare al processo di elaborazione del Piano, fai un accesso al sistema e abilita le notifiche: non perderti nemmeno un aggiornamento dalla piazza!

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/05/2014 — ultima modifica 26/05/2014
Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: cosa può fare un cittadino?
Cosa può fare un cittadino per la manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali?
  • Rimuovere in autonomia materiale negli alvei e dalle sponde
    5.26% 1 (5.26%)
  • Rendersi disponibile alla gestione della vegetazione che può impedire il deflusso normale delle acque
    10.53% 2 (10.53%)
  • Segnalare la presenza di materiale abbandonato e di vegetazione che ostacolano il deflusso delle acque agli enti preposti.
    57.89% 11 (57.89%)
  • Partecipare a corsi e/o visite guidate per imparare come fare una corretta manutenzione
    5.26% 1 (5.26%)
  • Segnalare la presenza di tane di animali o altre criticità negli argini
    21.05% 4 (21.05%)
Voti : 19
Manutenzione dei corsi d'acqua e dei canali di bonifica: due azioni prioritarie
Quali sono le due azioni che ritieni prioritarie per una buona manutenzione dei corsi d’acqua e dei canali di bonifica?
  • Rimuovere materiale abbandonato negli alvei e sulle sponde
    27.59% 8 (27.59%)
  • Eliminare la vegetazione che impedisce il deflusso normale delle acque
    31.03% 9 (31.03%)
  • Ripristinare gli argini danneggiati da tane e controllare le popolazioni animali
    27.59% 8 (27.59%)
  • Organizzare giornate di educazione ambientale sui fiumi (fiumi puliti, ecc)
    6.90% 2 (6.90%)
  • Rimuovere gli accumuli di ghiaia dagli alvei
    6.90% 2 (6.90%)
Voti : 29
Conoscere per capire
Quali sono secondo te i luoghi più indicati per fare informazione/ formazione/educazione sul tema del rischio?
  • Piazze
    10.77% 7 (10.77%)
  • Scuole
    36.92% 24 (36.92%)
  • Centri di aggregazione (sedi di quartiere, circoli culturali)
    27.69% 18 (27.69%)
  • Uffici relazione con il pubblico
    1.54% 1 (1.54%)
  • Esercitazioni
    23.08% 15 (23.08%)
Voti : 65
L’attività di informazione della popolazione sul rischio al quale è esposta
Come vorrei essere informato in caso di allerta meteo?
  • Siti web istituzionali (Regione, Prefettura, Comune)
    17.81% 13 (17.81%)
  • Pannelli luminosi stradali
    15.07% 11 (15.07%)
  • Messaggi TV e Radio
    20.55% 15 (20.55%)
  • Sms
    26.03% 19 (26.03%)
  • App/ Social network
    20.55% 15 (20.55%)
Voti : 73
+info
 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it