venerdì 19.10.2018
caricamento meteo
Sections

La mobilità: un tema di interesse europeo

Parte una consultazione sulla Mobilità per concertare l’erogazione di servizi in linea con la legislazione comunitaria. Coinvolti oltre 2500 cittadini di otto Stati membri dell’UE.

Questo progetto, promosso dalla DG Educazione e Cultura della Commissione Europea e coordinato da Cittadinanzattiva, consiste nella consultazione di cittadini in 8 Stati membri dell’UE (stiamo parlando di Italia, Romania, Lituania, Bulgaria, Portogallo, Slovacchia, Polonia e Spagna), la cui finalità è creare i presupposti per una mobilità più accessibile nei trasporti, più sostenibile per l’ambiente e più attenta ai diritti dei cittadini/passeggeri.

Il contesto in cui ci muoviamo è la ridefinizione da parte della Commissione Europea di alcuni servizi strategici per i cittadini, nei settori della sanità, informazione, banche e trasporti. In particolare, per quest’ultimo è emersa la necessità di creare i presupposti per una mobilità più efficace come modalità di vivere l’Europa, come strumento per abbattere le barriere, come strumento per omogeneizzare gli standard di erogazione dei servizi e armonizzare la legislazione comunitaria.

Alcuni esempi creano i presupposti per centrare l’obiettivo di questa consultazione: andare a scuola in autobus, andare in auto al centro commerciale, visitare i parenti o andare in vacanza, sono tutte azioni che richiedono spostamenti, talvolta lunghi. E’ quindi inevitabile la dipendenza dai trasporti, e nulla cambia se distinguiamo tra il grande trasporto (inteso come movimento merci) o il piccolo trasporto, ovvero gli spostamenti quotidiani in automobile, autobus, treno o aereo).  Tutto il trasporto ha un impatto importante sui consumi energetici e sull’ambiente.

Questa consultazione si pone specifici obiettivi:
- informare i cittadini ed incrementare il loro livello di consapevolezza sulle policy europee e le iniziative sul tema della mobilità;
- contribuire a colmare il gap tra i cittadini europei e le istituzioni, fornire alle istituzioni europee informazioni sulle attuali aspettative dei cittadini in questo ambito;
- fornire a 2560 cittadini l’opportunità per partecipare concretamente al processo di policy making europeo, promuovendo il dialogo diretto con le istituzioni europee;
- enfatizzare l’interesse dei cittadini nella partecipazione civica e la loro capacità di analizzare situazioni critiche, identificare soluzioni e formulare proposte.

La consultazione avverrà con incontri e interviste individuali. In un primo momento sono previsti 4 incontri di consultazione (di un giorno per 20 persone ognuno, in ogni paese partecipante). Per ogni meeting, saranno selezionati 4 partecipanti che a loro volta saranno formati per intervistare gli utenti del trasporto pubblico (20 per ogni partecipante, cioè 320 per paese) sui principali problemi e sulle proposte emerse dal primo livello di consultazione.

Questo amplierà e diversificherà il target di consultazione, in modo da assicurare la diffusione del progetto.

La proposta finale verrà presentata alle autorità competenti in ogni paese e alle istituzioni europee in occasione dell’evento finale a Bruxelles.

Il progetto è coordinato da Cittadinanzattiva onlus-Active Citizenship Network ed è stato cofinanziato dalla Commissione europea (Programma Europe for Citizen).

Per maggiori informazioni Cittadinanzattiva

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/01/2013 — ultima modifica 23/01/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it