giovedì 14.12.2017
caricamento meteo
Sections

Artefragile: costruire la città

A Viareggio l’architettura è un’arte partecipata
Artefragile: costruire la città

foto tratta da Versilia Today

A Viareggio, il 7 dicembre prossimo, presso Villa Borbone (Sede operativa della Associazione Araba Fenice Onlus), avrà luogo il consueto incontro annuale che ha per oggetto la “Carta della Partecipazione”, patrocinato dall’Istituto Nazionale Urbanistica.

Ricordiamo che la "Carta della Partecipazione" è nata nel 2013 (per volontà congiunta di INU, Aip2 e Iaf) con l’intento specifico – ci riferiamo al comunicato stampa dell’evento – di “accrescere la cultura della partecipazione dei cittadini alle decisioni e sviluppare linguaggi e valori comuni. I promotori si impegnano a favorire la creazione di una Rete della partecipazione in Italia tra soggetti operativi in ambito locale e nazionale, anche tramite lo scambio di informazioni e la realizzazione di buone pratiche”.

La "Carta" si ispira a dieci, semplici quanto fondamentali, principi di civiltà: cooperazione; fiducia; informazione; inclusione; efficacia; interazione costruttiva; equità; armonia; render conto del proprio operato; valutazione dei risultati.

Dati questi presupposti teorici, risulta evidente come la sopracitata "Carta" – se sottoposta a un costante, meticoloso lavoro di revisione collettiva – sia uno strumento utilissimo nell’ottica del meeting di “Artefragile”, che  si propone di ripensare lo spazio urbano e di ridefinire, in maniera originale e innovativa, l’idea stessa di città: non più solo un dormitorio o una cornice anonima e grigia, impersonale, di cui i cittadini sono meri utenti o fruitori, bensì un ambiente partecipato, dove l’architettura smette di essere, unicamente, uno strumento di esclusiva pertinenza degli architetti, per diventare un’arte, propria di tutti coloro i quali gestiscono, respirano, percorrono, vivono la città.

Un’arte condivisa e inclusiva, dunque, che permetta al semplice cittadino di essere protagonista, e diretto responsabile, dei luoghi in cui organizza la propria esistenza quotidiana; inserendosi, così, liberamente e attivamente, in quell’affascinante processo creativo, in perenne divenire, che è la costruzione di un centro abitato.    

 Ma “Artefragile” rappresenterà, anche, una preziosa occasione di dialogo, confronto reciproco e di mediazione tra i singoli abitanti, le numerosissime realtà associative e i molteplici Enti coinvolti: infatti, attraverso il metodo della “Creativity Room”, si valuterà collegialmente l’efficacia della "Carta della Partecipazione", correlandone le linee guida ad alcuni casi-studio concreti, di cui i vari partecipanti al convegno porteranno testimonianza.

L’obiettivo che si intende perseguire è, appunto, verificare, grazie al contributo di tutti i soggetti che interverranno, l’effettiva validità della "Carta della Partecipazione" (applicandola, per esempio, a tematiche emergenti, quali quelle della Governance dei Beni Comuni), e apportare ad essa – qualora risulti essere opportuno – modifiche, integrazioni, migliorie concordate in sede laboratoriale.

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/11/2017 — ultima modifica 29/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it