giovedì 14.12.2017
caricamento meteo
Sections

A Bologna buone pratiche partecipate

Consigli e strumenti per sostenere i progetti del Bilancio partecipativo. Pubblicata la Carta dei Principi di Comunicazione
A Bologna buone pratiche partecipate

Immagine tratta dal sito di Urban Center Bologna

Il primo Bilancio Partecipativo del Comune di Bologna, come abbiamo già scritto, è partito nel 2015 e in questo momento si trova a tirare le fila di una lunga attività, che ha permesso all’amministrazione comunale di gettare le basi per un futuro sempre più partecipato.

Abbiamo anche scritto qual è la tipologia di percorso fin qui adottata e quanti cittadini hanno partecipato alla prima parte del processo di partecipazione (1700 persone in oltre 70 incontri tra aprile e settembre) che si è concluso con la selezione di 27 progetti, i quali sono consultabili on line e sottoposti al voto dei cittadini dal 7 al 27 novembre prossimo.

Tuttavia, perché un progetto abbia visibilità, è necessario attivare un piano di comunicazione efficace, per questo motivo -   leggiamo su Urban Center Bologna - lo staff dell'Ufficio Immaginazione Civica ha creato una vera e propria “task force virtuale”, ovvero una “Cassetta degli attrezzi” (con consigli e strategie utili per comunicare progetti ad impatto civico) e una Carta dei Principi di Comunicazione per il Bilancio Partecipativo (principi per una comunicazione equa e trasparente di tutte le proposte).

In altre parole, prima sono state create le premesse per costruire un percorso efficace: stanziati quasi 1 milione di euro (150 mila euro per ogni quartiere), selezionati i progetti. Ora, prima di andare alle "urna", si sollecita gli ideatori dei progetti, oltre lo stesso quartiere interessato, a creare un’adeguata comunicazione di quanto proposto per la propria comunità.

Nella notizia pubblicata da Urban Center Bologna è consultabile una lista di azioni che il cittadino può compiere, ovvero: sostenere, collaborare, essere presente, partecipare, fornire informazioni, e un’altra lista di cose da fare per gestire uno spazio civico o un luogo di ritrovo aperto ai cittadini e forme di associazionismo.

Tutto il processo di partecipazione è disponibile anche in lingua araba, cinese, francese, inglese, russa.

Per saperne di più

Azioni sul documento
Pubblicato il 27/10/2017 — ultima modifica 27/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it