domenica 27.05.2018
caricamento meteo
Sections

“Il verde ci dona”

A Cotignola un progetto partecipato per il miglioramento del verde pubblico e del decoro urbano
“Il verde ci dona”

Il kit del di partecipazione (foto tratta dal Sito del Comune di Cotignola)

“Anche far sì che la bellezza del mondo non passi inutilmente è opera civile”, scriveva Italo Calvino in un celebre romanzo breve.

Questo nobile pensiero avrà senz’altro attraversato la mente di qualcuno, quando, il 22 gennaio 2018, il Comune di Cotignola (RA) ha presentato il percorso partecipativo “Il Verde ci dona”, promosso dall’amministrazione stessa, col sostegno della cooperativa di artigianato culturale “Casa del cuculo” e la collaborazione dei gruppi di cammino di Barbiano e Cotignola, oltreché della Consulta dei ragazzi e dei commercianti che hanno aderito all’iniziativa.

L’obiettivo che il Comune si prefigge è – lo si legge nel comunicato stampa – coinvolgere la popolazione nella formulazione di strategie condivise finalizzate alla tutela del verde e alla manutenzione del decoro urbano negli spazi pubblici del Capoluogo e delle frazioni, per migliorare l’aspetto della città, la sua salubrità, il piacere e la bellezza di viverla.

Attualmente il processo è ancora nella fase della raccolta di dati, consigli e suggerimenti, insomma: di quel ‘sapere tacito’ che soltanto le persone residenti in un dato luogo possiedono.

Tale mappatura, che permetterà di definire gli interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana da porre in atto, è pensata e condotta secondo le modalità, piuttosto singolari, di quello che potremmo definire un ‘gioco collettivo’. In questi giorni viene distribuito agli abitanti un kit di partecipazione. Si tratta di una busta dentro la quale è riposta una scheda su cui ogni cittadino di Cotignola può annotare le proprie segnalazioni e osservazioni, rispondendo a tre domande: “Dove hai visto della bellezza che ancora non c’è? Che intervento sarebbe bello realizzare lì? Come potresti contribuire affinché questo avvenga?”

Il cittadino può limitarsi a indicare situazioni che potrebbero essere migliorate, oppure dichiarare la propria disponibilità a prendersi cura di qualche bene comune. Infine, la scheda dev’essere affissa nella zona stessa della segnalazione, o spedita per via telematica, o consegnata in uno dei negozi aderenti al progetto.

Oltre a ciò, saranno organizzate passeggiate in città, così da individuare aree e situazioni civiche sinora trascurate, ma che contengono potenzialità degne di essere valorizzate.

Al termine dell’inchiesta, tutto ciò che è stato oggetto di segnalazione verrà sottoposto a una analisi di fattibilità, i cui risultati permetteranno di selezionare e suddividere con precisione le attività da svolgere: di alcune, più complesse e onerose, si incaricherà il Comune medesimo, di altre potrà occuparsi la cittadinanza, sottoscrivendo con l’amministrazione un vero e proprio patto.

Approfondimenti:

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/01/2018 — ultima modifica 25/01/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it