venerdì 22.06.2018
caricamento meteo
Sections

“Montemurlo disegna il suo futuro”

Con la partecipazione i cittadini trasformano la città.
“Montemurlo disegna il suo futuro”

Progetto Parco Pubblico-Montemurolo

 «Finalmente diamo un cuore e un'anima a Montemurlo” queste le parole del Sindaco Mauro Lorenzini nell’Assemblea pubblica del 29 maggio scorso, dalla presentazione del progetto di riqualificazione urbana partecipata che trasformerà il centro della cittadina, riqualificando piazze, ristrutturando scuole, aprendo nuovi servizi ed intervenendo sulla mobilità urbana con una visione di sostenibilità ambientale.

Il piano rigenerativo, articolato in 7 progetti, fa parte del piano di innovazione urbana PIU “M + M MONTEMURLO PIU MONTALE” che ha come obiettivo non solo la riqualificazione di aree ed edifici delle due cittadine, ma anche interventi volti a migliorarne i collegamenti, attraverso la realizzazione di una passerella che permetterà di superare il torrente Agna, da sempre confine dei due Comuni.

Un piano ambizioso, dal costo complessivo di circa 5 milioni (finanziati dalla Regione Toscana, tramite i fondi europei del POR FESR 2014-2020, con 2,1 milioni di euro), frutto di un processo partecipativo che si è svolto tra novembre 2015 e marzo 2016, coinvolgendo oltre quattrocento persone e tutte le scuole dell'istituto comprensivo “M. Hack”. In particolare, gli studenti dell'indirizzo architettura del Liceo artistico “Brunelleschi” hanno co-progettato, insieme ai tecnici del Comune e a professionisti esterni, la trasformazione dell'ex campo sportivo in un vasto parco urbano, ridefinendo così il nuovo centro della città.

Grande soddisfazione del Comune che, pur dovendo ridimensionare l’idea iniziale – nella quale era previsti interventi complessivi tra Montemurlo e Montale per 9 milioni di euro - è riuscito a intercettare importanti risorse europee, per poter realizzare le priorità indicate dai cittadini. Il progetto - ha sottolineato il sindaco - cambierà comunque il volto della città, creando una nuova centralità a misura di persona.

Gli interventi - che inizieranno entro settembre 2018 e, secondo il crono-programma, dovranno concludersi entro la fine del 2021 - così come gli abitanti hanno chiesto, mirano a dare una vera e propria identità alla città, spazi per la socializzazione e riqualificazione degli edifici pubblici con un’ottica green (risparmio energetico, cementificazione 0, percorsi ciclabili e pedonali) con l’obiettivo condiviso da tutti di realizzare, soprattutto, un miglioramento della vivibilità urbana.

 

Approfondimenti

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/06/2018 — ultima modifica 08/06/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it