Architettura scolastica partecipata a Sassa (Aq)

Un polo scolastico progettato attraverso un percorso partecipativo.

La nuova scuola di Sassa, a dieci chilometri dalla città dell’Aquila, che ospiterà oltre 400 alunni, sarà il frutto di un percorso di progettazione partecipata, durato tre anni, con il coinvolgimento di studenti, genitori insegnanti e cittadinanza.

Come primo passo si è costituito il Laboratorio di Architettura Partecipata, guidato dell'architetto Mario Cucinella, che ha fatto una sintesi delle proposte e dei bisogni degli attori coinvolti nel processo partcipativo (studenti, genitori, cittadinanza) individuando fra le priorità: l'organizzazione sociale, i servizi offerti e la sostenibilità del progetto.
Obiettivi da cui derivano i criteri di valutazione che hanno portato a selezionare le cinque migliori proposte progettuali (su un totale di 102 elaborati). I parametri di giudizio, infatti, sono: la qualità architettonica e valenza sociale, la qualità degli spazi verdi, la definizione e distribuzione degli spazi scolastici, le soluzioni tecnologiche e risparmio energetico e la sostenibilità tecnico-economica.

Parallelamente al percorso di progettazione condivisa è stato promosso da ActionAid il progetto ImpAro, con protagonisti gli studenti di due istituti scolastici di Sassa, i quali hanno condotto un monitoraggio sulla ricostruzione post sisma delle scuole e seguiranno tutto l'iter fino alla realizzazione del nuovo polo scolastico (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria), che andrà a sostituire i Moduli ad Uso Scolastico Provvisori (MUSP) realizzati dopo gli eventi sismici e ospiterà gli studenti accolti in diverse sedi scolastiche di Sassa.

Ora la palla passa al Comune dell’Aquila che, una volta individuato progetto vincitore del concorso, dovrà procedere alla costruzione del nuovo polo scolastico: il primo tra le scuole di competenza del capoluogo abruzzese distrutte dal sisma del 2009 su cui sia stato avviato un reale percorso di progettazione partecipata.

 

Approfondimenti:

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/07/2018 — ultima modifica 10/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it