giovedì 20.09.2018
caricamento meteo
Sections

Il turismo in Emilia-Romagna?

Partecipato, sostenibile ed inclusivo.
Il turismo in Emilia-Romagna?

Il Porto - Immagine del Comune di Cattolica

Quando si parla di turismo in Emilia-Romagna, si parla soprattutto della Riviera romagnola, il “divertimentificio” per eccellenza, con le sue spiagge, i locali, i servizi, i grandi eventi.

Per anni questo modello di turismo è stato un esempio per tutti, sia in termini di sviluppo economico che per valorizzazione dei prodotti locali e delle specificità del territorio.

Proprio per restare un punto di riferimento avanzato, per capacità di proposte innovative e diversificate, che tengano conto delle nuove esigenze delle persone e anche dei problemi ecologici ed idrogeologici del nostro territorio, è proprio a partire dalla Riviera romagnola che la Regione Emilia-Romagna sta mettendo a punto nuove strategie, volte a lanciare un turismo più attento all’ambiente e più inclusivo, con riferimento a tutti i potenziali fruitori ed alle persone con disabilità.

Grazie all’opportunità offerte dal progetto Europeo Co-Evolve (https://co-evolve.interreg-med.eu/), si sono predisposti due interessanti progetti pilota che, mettendo al centro la partecipazione di stakeholder e cittadini, si pongono l’obiettivo di riprogettare aree costiere e spazi limitrofi, tenendo conto delle nuove esigenze delle attività economiche ivi operanti ma anche di una rigenerazione ambientale riqualificante per il territorio, con strutture e servizi adeguati a consentire un accesso a tutti.

Il primo progetto riguarda il Comune di Cattolica che, attraverso “Progettiamo insieme un nuovo Cuore per Cattolica”, interesserà il porto di Cattolica, porto plurifunzionale con problemi di interrimento e con diversificate attività economiche operanti.

Attraverso un percorso partecipativo si prevede la preparazione di un Piano locale, insieme ai portatori di interesse, volto alla riduzione degli impatti dei dragaggi con innovativi sistemi di gestione dei fondali e il rilancio del porto e delle attività turistiche ed economiche ad esso legate secondo criteri di sostenibilità ed inclusione.

Il progetto ed il percorso partecipativo sarà presentato alla cittadinanza in un incontro pubblico, venerdì 9 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso la Casa del Pescatore, in Via Enrico Toti, 2 a Cattolica (RN), di cui si allega invito.

Il secondo progetto interesserà il Comune di Comacchio, con il progetto “Slow Beach”, volto al recupero della spiaggia dell’ex stabilimento balenare della Polizia di Stato a Lido di Spina Nord, caratterizzato da un sistema duna-spiaggia degradato da riqualificare.

I dettagli del progetto e del percorso partecipativo saranno illustrati in uno specifico incontro, previsto entro il mesi di marzo e di cui vi daremo notizia.

Entrambi i processi partecipativi, che si snoderanno tra la primavera e l’autunno, sono aperti a tutti e saranno il cuore delle trasformazioni di queste aree.

 

Allegato:

Invito Comune di Cattolica

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/03/2018 — ultima modifica 05/03/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it