martedì 25.09.2018
caricamento meteo
Sections

Mobilità sostenibile a Bologna

Resi pubblici i risultati della consultazione online sulle priorità del PUMS

Mentre si sono  aperte le consultazioni per il PUMS di Modena, a Bologna è stato appena pubblicato il Report con i risultati del sondaggio che, lo scorso gennaio, ha permesso agli abitanti dell’area urbana e periubana di Bologna di scegliere e valutare gli obiettivi prioritari (sia generali, sia specifici) che il PUMS del Capoluogo dovrà affrontare (anche di questo abbiamo già dato conto in una precedente news ).

I risultati dell’indagine telematica sono ora stati resi pubblici in una newsletter dedicata (all’interno della quale verranno comunicate, tra l’altro, le scelte e i progetti che il Comune elaborerà per fornire risposte concrete alle priorità segnalate dai cittadini e dagli stakeholder; inoltre, questo nuovo strumento di comunicazione conterrà notizie di servizio e approfondimenti riguardanti le buone pratiche europee e internazionali, inerenti al tema della mobilità).

Non possiamo, in questa sede, riportare, in modo dettagliato, tutti i dati emersi da questa indagine pubblica. Di seguito, citeremo quelli maggiormente significativi.

Il primo elemento degno di rilevo è, senza dubbio, la quantità di persone che hanno risposto al questionario: esattamente 3.726 (di esse, il 52,7% sono uomini; il 47,3%, donne).  Inoltre: il 56% di coloro che hanno espresso un voto circa le priorità del PUMS abita a Bologna; il 41,1% nel resto del territorio metropolitano; il 2,9% altrove. Tali numeri indicano che, per quanti risiedono e lavorano nella Città metropolitana di Bologna e nei territori limitrofi, il trasporto, la viabilità, la salubrità del clima e, in generale, lo sviluppo sostenibile, rappresentano temi di alto interesse, “caldi” e sensibili, che hanno un impatto innegabile sulla vita quotidiana.

Infine: la maggior parte di coloro che hanno espresso un voto circa le priorità del PUMS felsineo ha un’età compresa tra i 40 e i 59 anni, e ricorre preferibilmente, per spostarsi, a mezzi propri (auto e moto).

Per concludere, ecco quali sono i macro-obiettivi del PUMS che i cittadini considerano più importanti e urgenti: 1. Migliorare i servizi di Trasporto Pubblico Locale (il ché consentirebbe un decongestionamento del traffico); 2. Migliorare la qualità dell'aria; 3. Assicurare un alto livello di accessibilità; 4. Ridurre al minimo gli incidenti; 5. Rendere la città metropolitana più attrattiva, con elevati livelli di qualità urbana e vivibilità; 6. Ridurre il consumo di carburanti da fonti fossili.

 

Approfondimenti:

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/02/2018 — ultima modifica 11/02/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it