giovedì 18.10.2018
caricamento meteo
Sections

Una piattaforma on-line per accedere ai documenti UE

La consultazione pubblica, della Commissione EU, per la sua realizzazione

La Commissione Europea sta elaborando, in conformità del regolamento 1049/2001, una nuova piattaforma online per le richieste di accesso del pubblico a documenti in possesso della stessa Commissione.

Il trattato sull’Unione Europea è, infatti, estremamente chiaro nel sancire che le decisioni dell’Europa devono avvenire in maniera trasparente e che proprio, attraverso la trasparenza, si garantisce la miglior partecipazione dei cittadini ai processi decisionali e, conseguentemente, ad una maggiore legittimità, efficienza e responsabilità dell'amministrazione nei confronti dei cittadini in un sistema democratico.

La Commissione, per rendere effettivamente esigibile il diritto all’informazione ed alla partecipazione, ha ritenuto essenziale assicurare il diritto di accesso alla documentazione in maniera puntuale e condivisa.

Pertanto, dal 29 Giugno 2018 al 21 Settembre 2018, tutti i cittadini dell’Unione Europea, potranno partecipare – attraverso ad un questionario a suggerire le caratteristiche essenziali di una piattaforma atta a permettere l’accesso alla documentazione in maniera semplice ed efficace.

Già oggi è possibile accedere ad una banca dati attraverso il Registro documenti della Commissione, che contiene atti legislativi, ordini del giorno, verbali delle riunioni di Commissione dal 2001 in poi.

È possibile anche eseguire ricerche di documenti ufficiali redatti dalla Commissione (e da altre istituzioni dell'UE), accedere alle pubblicazioni dell'UE o trovare le informazioni desiderate consultando il portale Open Data.

I documenti non pubblicati hanno attualmente un accesso su specifica domanda, attraverso un modulo standard.

E’ soprattutto su questa modalità che l’indagine in corso vuole intervenire, rendendo più facile l’accesso e l’identificazione dei documenti cercati, limitando altresì i casi in cui la Commissione può rifiutarne l'accesso (procedure d'infrazione pendenti, aiuti di Stato, indagini e procedimenti giudiziari pendenti in materia di concentrazioni e cartelli, offerte depositate nell'ambito di un appalto pubblico, scambi d'informazioni con le autorità nazionali garanti della concorrenza e indagini dell'OLAF).

 

Approfondimenti

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/08/2018 — ultima modifica 03/08/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it