giovedì 18.10.2018
caricamento meteo
Sections

Urbanistica partecipata

L’esempio virtuoso del Comune di Castelnovo ne' Monti
Urbanistica partecipata

Immagine tratta dalla pagina facebook di del Comune di Castelnovo ne' Monti

Il percorso di urbanistica partecipata intrapreso tre anni orsono dall’Amministrazione di Castelnovo ne’ Monti (RE) è stato considerato un progetto assai innovativo nel campo della progettazione civica condivisa.

Esso ha avuto origine dalla necessità del Comune di sviluppare un Programma di Riqualificazione urbana per dare una risposta collettiva ad alcune scelte, legate ad edifici pubblici che dovevano essere oggetto, appunto, di un’opera di recupero, restauro e riconversione.

Nel corso di questo lavoro, e approfondendo il tema, gli Amministratori si sono resi conto delle maggiori e più proficue opportunità che avrebbe avuto un approccio orientato non soltanto alla riqualificazione di quei luoghi, bensì alla rigenerazione, intendendo quest’ultima parola nel senso di vera e propria ‘rinascita’ o ricostruzione del tessuto comunitario, prima ancora che delle aree interessate.

Ed è così che, nell’intento di giungere alla redazione di un “Documento programmatico della Giunta sulla Rigenerazione urbana” (e relativi “Allegati”), tra il 2016 e il 2017, il Comune ha promosso e portato a termine un complesso processo partecipativo, che ha coinvolto tutta la cittadinanza, articolato in due fasi: una di ascolto e una di partecipazione attiva.

Nel corso della prima, attraverso l’uso di questionari e delle ‘Mappe di Comunità’, un gruppo di volontari, incontrando i propri concittadini, ha individuato ed enucleato i valori storici e identitari dei paesi di Castelnovo e Felina. In questa occasione, inoltre, la popolazione ha potuto formulare proposte riguardanti il futuro dei due centri abitati, nonché esprimere bisogni e desideri

Nella seconda fase, mediante lo strumento del Forum Civico, circa 100 cittadini, selezionati in modo da avere un campione rappresentativo degli attuali abitanti e utilizzatori dei due centri urbani, sono stati invitati ad esprimere idee per riqualificare i due centri e ad individuare le azioni prioritarie da compiere a tal fine.

Le iniziative più recenti hanno, infine, permesso di valorizzare e salvaguardare le vedute paesaggistiche più belle e interessanti, situate in spazi pubblici.

Il materiale prodotto dal processo partecipativo appena descritto è in gran parte confluito nel “Documento programmatico della Giunta sulla Rigenerazione urbana”. Le azioni previste dal Documento sono state poi recepite negli atti di programmazione economica ed esecutiva dell’Ente, e sono in corso di attuazione, anche per mezzo di nuovi processi partecipativi.

Ciò a cui ora si tende è l’elaborazione di un “masterplan della rigenerazione urbana”, pronto per il prossimo autunno, in cui sarà indicata una strategia di sviluppo incentrata sulle funzioni pubbliche e le connessioni tra queste e il tessuto urbano e sociale.

Approfondimenti:

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/07/2018 — ultima modifica 23/07/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it