Cosa vorresti modificare nel Codice Appalti?

Una consultazione pubblica on-line del Ministero Trasporti e Infrastrutture

E’ aperta fino a lunedì 10 settembre 2018, la consultazione pubblica, lanciata on line dal Ministro Toninelli lo scorso 8 agosto, nel merito di modifiche da apportare al Codice degli Appalti dopo due anni di applicazione.

Gli obiettivi dell’intervento di riforma sono: garantire l’efficienza dei contratti pubblici; semplificare il quadro normativo; eliminare le criticità normative e, conseguentemente applicative

Molte, infatti, le richieste di cambiamenti/integrazioni pervenuta dagli stakeholder pubblici e privati, che avevano segnalato difficoltà applicative o ambiguità interpretative.

Il Ministro ha quindi ritenuto opportuno avviare una consultazione aperta che non si limita a chiedere un riscontro a modifiche già preconfezionate ma, attraverso una piattaforma vera e propria, permette a tutti gli interessati si intervenire sia su temi di riflessioni proposti dal Ministero che di aggiungere/segnalare ulteriori tematiche, proponendone una riscrittura o eventuali integrazioni al testo.

Per poter partecipare è sufficiente registrarsi dalla pagina di accesso. Gli interventi saranno così nominativi e visibili a tutti, nella massima trasparenza.

Al termine della consultazione sarà predisposto un report specifico, che sarà pubblicato, contenente le dimensioni e i contenuti degli interventi.

Tutte le proposte pervenute saranno esaminate dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, che potrà avvalersene liberamente e in piena autonomia decisionale.

 

Approfondimenti

Le 10 proposte di ANCE e Anci

Articolo Gazzetta Enti Locali

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/09/2018 — ultima modifica 06/09/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it