lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

COMUNITÀperTE. Dare spazio alla comunità per essere e fare comunità

COMUNITA’perTE rappresenta la seconda fase del processo partecipativo S.M.A.R.T. COMMUNITY e, contestualmente, l’attuazione del Regolamento, che fu esito del processo, e che è stato,di recente, approvato dal Nuovo Circondario Imolese.

Il Regolamento S.M.A.R.T. COMMUNITY:

  • inquadra modalità e strumenti per ricevere informazioni, esprimere esigenze, formulare proposte, costruire relazioni, definire priorità, monitorare risultati, valutare ricadute;
  • evidenzia diritti e doveri condivisi per l’offerta di nuovi servizi di prossimità, nell’ambito dei quali è funzionale, oltre che necessario, il contributo di tutta la collettività che si fa così (ri)generatrice di capitale sociale;
  • è rivolto a tutti, cioè Istituzioni, Terzo settore e cittadini di ogni estrazione sociale e culturale.

In particolare, il Regolamento introduce due modalità:

  1. Azione S.M.A.R.T.: forme di ricognizione-ascolto (dei bisogni) e modalità di intervento-supporto (alle fragilità/vulnerabilità), di cui il proponente (Amministrazione o Comunità) intende farsi carico applicando le disposizioni del Regolamento
  2. Laboratorio: spazio di lavoro e apprendimento collettivo dove si concretizza un’attiva e integrata partecipazione per sviluppare le Azioni S.M.A.R.T.

Con questo percorso cinque comuni della realtà circondariale (Castel Guelfo, Dozza, Castel San Pietro Terme, Casalfiumanese, Imola) sperimenteranno ciascuno una diversa AZIONE S.M.A.R.T. attivando un LABORATORIO, intercettando le ANTENNE DI COMUNITA’, formando dei FACILITATORI DI COMUNITA’.

Le Azioni sperimentali individuate sono:

Uno per l’altro - Sostenere il ruolo di soggetto in ascolto esercitato da allenatori, insegnanti di lingua straniera, operatori dei centri sociali e valorizzarlo/renderlo evidente affinché diventi punto di riferimento per la comunità e punto di attenzione dei servizi preposti per la presa in carico.

Uno spazio per tutti - Aumentare il rendimento sociale degli spazi comuni. Inserimento di sale condivise nei condomini coinvolti nel processo, uso degli spazi scolastici in orari extrascolastici.

Incontriamoci nell’agorà - Attivare sinergie tra le realtà diverse che, su obiettivi comuni, portano ad una migliore qualità sociale, valorizzando le forme di aggregazione nuove (giovani).

Fuori c’entro - Costruire una rete dei centri sociali capace di favorire un migliore utilizzo delle risorse e opportunità esistenti, condividere la risoluzione di problematiche comuni.

Fra pari si può - Agganciare le antenne sociali che hanno l’opportunità di relazionarsi con le persone riconosciute come più fragili, favorendo e valorizzando l’espressione del loro ruolo sociale.

Il progetto presentato

La scheda nell’Osservatorio della Partecipazione

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/08/2017 — ultima modifica 21/08/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it