lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

INSIEME! Collaborare per la salvaguardia dell'ambiente e la promozione della comunità

Il Piano di Protezione Civile dei Comuni aderenti all’Unione (Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza, Traversetolo) è in corso di revisione ed aggiornamento e il progetto di partecipazione si inserisce in questa fase per coinvolgere i cittadini nella sua definizione, in particolare rispetto alle modalità di partecipazione al Piano, alle modalità di collaborazione nell’uso e diffusione delle comunicazioni relative a situazioni critiche e in ultima istanza come contributo di idee al miglioramento del piano stesso.

In sintesi con il progetto partecipativo si intendono approfondire i seguenti elementi:

  • la conoscenza, da parte dei cittadini, dei dipendenti dell’Unione e dei 5 Comuni del Piano Intercomunale di Protezione Civile, della sua funzione, dei rischi per il territorio;
  • la comunicazione efficace e capillare del Piano alla cittadinanza;
  • le modalità di collaborazione da parte dei cittadini all’identificazione delle situazioni/luoghi a rischio;
  • l'apporto che i cittadini possono dare e con quali modalità, alla costruzione del Piano;
  • la manutenzione del territorio da parte della cittadinanza attraverso una sperimentazione della protezione dell’alveo di un fiume, da proporre in uno dei 5 Comuni.

La revisione dei Piani Comunali di Protezione Civile implica, tra l’altro, l’aggiornamento del Modello di Intervento (CHI FA COSA) e delle Procedure Operative. La parte relativa alla formazione dei cittadini e, più in generale, al perseguimento della “Cultura della Sicurezza” viene scorporata dalla parte istituzionale ed operativa, che necessariamente deve essere aggiornata ed approvata in forza degli obblighi di Legge.

In tal modo viene consentito di dar vita ad un percorso partecipato che pone al centro il cittadino, nella duplice veste di componente di una comunità attenta ai bisogni di tutti ed in particolare dei più deboli e di soggetto attivo che va oltre l’apprendimento delle buone pratiche di auto-protezione, ma si rende compartecipe del Sistema locale di Protezione Civile

Pertanto il Piano di formazione ed informazione della popolazione diventa un allegato ai singoli Piani Comunali e sarà approvato una volta completato il percorso partecipativo.

Il coinvolgimento diretto dei cittadini sarà propedeutico alla formazione del Piano intercomunale di Protezione Civile dell’Unione e alla costituzione del Comitato intercomunale di Protezione Civile, inteso come organismo di coordinamento e programmazione in materia di protezione civile.

Il progetto presentato

La relazione intermedia

Il Documento di Proposta Partecipata

La validazione del DocPP

La relazione finale

Il sito di progetto

La scheda nell'Osservatorio della Partecipazione

Insieme progetto pedemontana parmense

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/11/2015 — ultima modifica 13/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it