mercoledì 13.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

Regolamento S.M.A.R.T. Community - Principi, indirizzi, condizioni per la presa in carico di comunità e la cura di beni comuni immateriali quali Solidarietà, Multiformità, Accoglienza, Responsabilità, Tolleranza

Il progetto riguarda l’elaborazione di un Regolamento dedicato alla SMART COMMUNITY: un documento che esprime, attraverso il concetto di “bene comune immateriale” (virtù civiche e capitale sociale), la propria visione di comunità basata sulla capacità dei cittadini di mettere in atto comportamenti cooperativi e lungimiranti e su quella dell’amministrazione di pianificare un welfare rigenerativo (coordinato, integrato, flessibile) che preveda la partecipazione sociale

Il regolamento dovrà fungere sia da quadro strategico che da strumento programmatico-­‐operativo ed esprimere:

  • principi socio-­‐culturali che ispirano e guidano la “visione” di smart community;
  • obiettivi generali che definiscono il contributo del regolamento al raggiungimento della visione,
  • obiettivi specifici che evidenziano i benefici direttamente goduti  dai diversi target group (istituti, vulnerabili, fragili, soggetti in situazione di agio o disagio)
  • risultati che specificano i prodotti tangibili o servizi erogabili tramite l’attuazione del regolamento;
  • impegni che costituiscono le azioni da intraprendere per ottenere i risultati attesi;
  • strumenti di partecipazione della comunità.

Il regolamento è strumento di attuazione dei Piani di Zona.

Il processo partecipativo si propone di sviluppare una rete “attivante” di soggetti (istituzioni, terzo settore comunità), che condivide uno scopo (diventare una smart community), tre direttive operative (lavoro di comunità, apprendimento collaborativo, partecipazione attiva), cinque principi-virtù assunti come guida dell’attivazione di realtà istituzionali, terzo settore e anche singoli cittadini (Solidarietà, Multiformità, Accoglienza, Responsabilità, Tolleranza).

Il percorso porterà alla redazione di un regolamento che articola impegni più che “norme”:

Lo stimolo del cittadino a contribuire alla smart community sarà fondato sulla constatazione che scegliere l’impegno, la cooperazione, il rispetto di regole e valori comuni invece dell’indifferenza, dell’isolamento e della furbizia, non solo è vantaggioso dal punto di vista della ricchezza e del buono stato dei beni comuni immateriali (oltre a quelli materiali), ma porta anche a un più alto livello di felicità

Attraverso la pratica partecipativa, il processo mira ad accrescere negli individui la capacità di vedere se stessi nell’altro, di assumere atteggiamenti mai auto-centrati, di costruire reti sociali di mutuo-impegno civico.

Il progetto

La Relazione intermedia

Il Documento di Proposta Partecipata

La validazione del DocPP

La Relazione finale

Le pagine dedicate al progetto nel sito del Nuovo Circondario Imolese

La scheda nell'Osservatorio della Partecipazione

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/11/2015 — ultima modifica 13/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it