lunedì 22.10.2018
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

Progetto di legge sulla partecipazione / 10

Audizione di esperti
Progetto di legge sulla partecipazione / 10

Foto Ufficio stampa Assemblea legislativa

Si è svolta martedì 2 ottobre in Commissione l’audizione sul progetto di legge sulla partecipazione di due esperti, Rodolfo Lewanski dell’Università di Bologna e Francesca Gelli dell’Università di Venezia Entrambi sono partiti dal presupposto che: “La democrazia è in affanno, non solo in Italia”.

Lewanski ha posto alcuni dubbi sulla legge per la partecipazione dell’Emilia-Romagna, in particolare sui temi della decisione, non particolarmente influenti, e sul partecipante tipo, spesso cittadini volenterosi o rappresentanti di associazioni.

La prof.ssa Gelli, ha portato invece l’esempio della Toscana, dove “i progetti partecipativi prima toccavano i temi dove meglio si poteva attuare la partecipazione, come i bilanci partecipativi, la partecipazione nelle scuole e la rigenerazione urbana. Successivamente i progetti presentati esprimevano un modello di partecipazione che è la partecipazione per fare, non più per decidere”.

Alcuni consiglieri sono intervenuti nel dibattito successivo toccando i tempi della democrazia diretta, del rapporto tra democrazia rappresentativa e democrazia partecipativa e sollevando anche alcune perplessità. Si è ribadita la necessità di una legge sulla partecipazione anche perché sono venute a mancare le circoscrizioni, le Province e c’è una mancanza di rappresentanza organizzata.

Ha concluso la seduta il consigliere Torri, relatore di maggioranza.

L’iter della legge

Fonte comunicato stampa Assemblea legislativa

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/10/2018 — ultima modifica 05/10/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it