Bando 2020

Nella seduta di Giunta del 16 novembre 2020 è stato approvato il Bando Partecipazione 2020 per l’erogazione dei contributi regionali a sostegno dei processi partecipativi previsto dalla legge regionale n. 15/2018 “Legge sulla partecipazione all'elaborazione delle politiche pubbliche. Il Bando è approvato ogni anno dopo la Sessione annuale di Partecipazione, che si è svolta il 10 novembre, e che ne ha approvato gli indirizzi.

A chi è rivolto. Potranno partecipare al bando: 

  • gli enti locali; cioè Comuni, Province, Unione di comuni;
  • altri soggetti pubblici; 
  • soggetti giuridici privati, cioè associazioni, comitati, cooperative, ecc , purché abbiano ottenuto l’adesione formale dell’ente responsabile e cioè titolare della decisione oggetto del processo partecipativo

Tematiche e premialità. Si può progettare un percorso partecipativo su qualsiasi tematica, tuttavia il Bando intende valorizzare le progettualità che, a livello locale, agiranno con particolare attenzione su alcuni temi:

  • politiche in materia sociale e sanitaria, ambientale, territoriale, urbanistica e paesaggistica;
  • politiche per lo sviluppo sostenibile (obiettivi dell’Agenda 2030);
  • politiche per sostenere la trasformazione/transizione digitale (in tutti gli ambiti).

È inoltre previsto un bonus (cumulabile con i precedenti) per progetti che sviluppano azioni per il target giovani.

I criteri da rispettare nell'elaborazione del progetto di partecipazione. Sia la legge che il Bando definiscono alcuni elementi e criteri che devono essere necessariamente rispettati nell'elaborazione del progetto, come, ad esempio, i criteri relativi alla certificazione di qualità.

Il Bando Partecipazione 2020 è stato aperto sino al 16/12/2020.

La graduatoria è stata approvata con Determinazione n. 422 del 14/1/2021, pubblicata sul BUR n. 25 del 3/2/2021.

Sono stati presentati 88 progetti di cui due non ammessi alla valutazione, 82 certificati e 36 finanziati.

Avvio e tempistica dei processi. Tutti i progetti dovranno essere avviati entro il 16 febbraio 2021 ed avere una durata non superiore a sei mesi dal giorno di avvio. Progetti di particolare complessità, la cui valutazione spetta al Tecnico di Garanzia, possono avere una durata massima di dodici mesi (e quindi concludersi entro il 2021).

Informazioni: potranno essere richieste informazioni alle caselle di posta elettronica:

Documentazione

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina