Monitoraggio partecipato della biodiversità in agricoltura biologica e nel territorio

Il progetto è finalizzato alla definizione di linee guida condivise per la valorizzazione di un sistema di monitoraggio partecipato della biodiversità e per promuovere pratiche agricole più sostenibili sul territorio dell’Unione Terre di Castelli.  

Dopo un’analisi approfondita del contesto, attraverso una mappatura dei bisogni e delle opportunità presenti sul territorio, si definiranno alcune azioni sperimentali per costruire una strategia di lungo periodo e sviluppare un sistema di monitoraggio partecipato volto a promuovere pratiche agricole più sostenibili. 

In una prima fase di condivisione del percorso saranno istituiti il Tavolo di Negoziazione e la Cabina di regia del progetto intersettoriale che includerà il soggetto promotore e il decisore. In questa fase saranno mappate e coinvolte aziende agricole, associazioni di categoria, operatori economici del territorio ma anche istituzioni, associazioni e scuole, oltre alla cittadinanza del territorio dell’Unione.  

Successivamente si aprirà una fase di ascolto con metodologie riconducibili al word cafè, ma anche alla search conference e al mapping. Saranno messi in campo con la stessa finalità alcuni strumenti sia digitali, come un questionario online per tutta la cittadinanza, sia analogici come delle interviste sul campo nei maggiori luoghi di incontro dei Comuni dell’Unione e tra le aziende locali. Esperti tecnici agronomi ed esperti di reti sociali guideranno i partecipanti in un primo lavoro di definizione di linee guida di implementazione e valorizzazione di un sistema di monitoraggio partecipato della biodiversità in ambito di agricoltura biologica, dall’altra nell’ideazione di alcune azioni sperimentali che saranno divise in azioni di formazione e sperimentazioni. 

Una terza fase sarà dedicata a co-progettare l’evoluzione del sistema di monitoraggio partecipato della biodiversità in agricoltura biologica che verrà presentato in un momento di restituzione pubblica degli esiti del percorso. 

Con il percorso si avvia un’azione trasversale che coinvolgerà vari settori dell’Unione e dei suoi Comuni e impatterà sui procedimenti decisionali dell’Unione Terre di Castelli andando a dare corpo a politiche intersettoriali a tutti gli effetti. Sarà, inoltre, orientato alla massima trasparenza e all’inclusività secondo il principio della “porta girevole” per il quale i soggetti del territorio potranno entrare in qualsiasi momento nei lavori così come uscirne quando lo ritengono opportuno.  

l percorso si è concluso con la redazione del Documento di proposta partecipata, validato dal Tecnico di garanzia in data 2 settembre 2022.

Il progetto è promosso dall’Associazione Rete Humus in collaborazione con l’Unione Terre di Castelli (MO) ed è stato finanziato con un contributo di 15.000,00 euro.

Documentazione: 
Rete Humus logo.jpg

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/02/16 17:11:00 GMT+2 ultima modifica 2022-09-07T12:05:10+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina