Maestri come Alberto Manzi

Raccolta e condivisione di informazioni, testimonianze ed elementi di riflessione sull’esperienza educativa dei docenti durante il periodo di quarantena.

100 pagine di diario

Pubblicati i racconti che chiudono anche l’esperienza della piazza Maestri come Alberto Manzi

E’ possibile scaricare la pubblicazione 100 pagine di diario, nata dai webinar organizzati dal Centro Alberto Manzi con Federico Taddia, giornalista, scrittore e divulgatore.

Il ciclo di incontri con Federico Taddia era nato, a sua volta, dall'esperienza della piazza Maestri come Alberto Manzi, nella quale sono stati condivisi i racconti dalla viva voce dei protagonisti dell'emergenza educativa, causata dall'esperienza del lockdown, per poter meglio capire quello che è successo: gli sforzi, i dubbi, le risposte, le opportunità e le fatiche di cui fare tesoro.

Un modo per raccogliere informazioni e testimonianze sull'esperienza educativa, per non perdere gli elementi di riflessione nati dalle esperienze umane e professionali degli insegnanti.

Agli insegnanti, nel giugno 2020, era stato chiesto di rispondere a tre domande:

  • Che cosa hai imparato da questa crisi? Quale cambiamento di opinioni e conoscenze, comportamenti e riflessioni vorresti condividere?
  • Di quale personale soluzione, idea, progetto sei stato più soddisfatto in questo periodo per garantire la continuità del tuo lavoro con gli alunni?
  • Di cosa avresti bisogno se ancora ci trovassimo in lockdown?

I contributi così preziosi e la collaborazione avviata con la Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, Maria Clede Garavini, hanno fatto proseguire il percorso, sia con il convegno “Per gioco e per cura” del 20 novembre scorso, sia con il ciclo di webinar.

Il ciclo di incontri si è concentrato su una domanda: come si può scrivere per bambini? Attraverso spunti, racconti e “compiti a casa”, le insegnanti hanno raccontato la vita in classe, la quotidiana resilienza di bambini e adulti in una scuola ripartita tra mille difficoltà e speranze.

I loro racconti sono stati raccolti nella pubblicazione omonima, che si può scaricare semplicemente cliccando qui (o se preferite la versione per la stampa, la trovate qui).

La pubblicazione dei racconti chiude così l'esperienza della piazza Maestri come Alberto Manzi, ma i materiali rimangono a disposizione di tutti.

Approfondimenti:

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina