mercoledì 13.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

Ferrara mia, persone e luoghi non comuni

Il percorso partecipativo "Ferrara mia, persone e luoghi non comuni" ha per oggetto l’elaborazione di una Carta delle pratiche spontanee di vivere comune, volte al miglioramento delle comunità e alla riappropriazione dei luoghi pubblici.

La Carta conterrà i principi e le linee guida necessari per l’azione amministrativa, e nello specifico permetterà la revisione della bozza di testo giuridico del Regolamento Comunale per la partecipazione nel governo e nella cura dei beni comuni. Tale testo è stato elaborato dagli uffici comunali in risposta alle suggestioni e proposte emerse nella precedente fase del progetto, "Ferrara mia, insieme per la cura della città". Particolare attenzione sarà rivolta all’individuazione degli indicatori di valutazione del Regolamento, necessari per testarne il grado di utilità in relazione alle esperienze in atto, e in secondo luogo l’efficacia, prevedendo una fase di sperimentazione biennale propedeutica all’eventuale approvazione del testo definitivo.

Nello specifico, sono previsti due percorsi di lavoro che si intrecciano negli incontri pubblici di discussione organizzata (tavoli di negoziazione e laboratori):

A) il primo percorso è rivolto agli abitanti coinvolti nelle comunità di pratiche aderenti al progetto, ed ha per oggetto la progettazione e la realizzazione di micro-interventi per il miglioramento delle comunità e dei luoghi a cura dei cittadini e/o in collaborazione con la pubblica amministrazione. Tali interventi saranno l’occasione per elaborare un Diario collettivo delle comunità di pratiche attraverso il quale costruire le carte d’identità delle diverse pratiche, individuare priorità e criticità trasversali, immaginare proposte e ipotesi di soluzione e azione condivisa;

B) il secondo percorso è rivolto ai tecnici della pubblica amministrazione coinvolti nella costituzione di un’unità tecnica intersettoriale, ed ha per oggetto l’indagine delle possibili ricadute, a seguito dell’adozione della bozza di Regolamento, sulle pratiche in atto, in particolare quelle a carattere spontaneo. Tale riflessione sarà inoltre utile per l’elaborazione condivisa delle procedure operative interne all’amministrazione necessarie per l’applicazione del Regolamento.

I portavoce delle comunità di pratiche e i portavoce dell’unità intersettoriale si confronteranno negli incontri pubblici di discussione organizzata e costituiranno il Gruppo Beni Comuni, responsabile dell’elaborazione della Carta delle comunità di pratiche spontanee – principi e linee guida per l’azione amministrativa, Documento di proposta partecipata previsto al termine del processo.

Il progetto presentato

La Relazione intermedia

Il Documento di Proposta Partecipata

L' allegato al DocPP

La validazione del DocPP

La relazione finale

La scheda nell'Osservatorio della Partecipazione

Il sito dell' Urban Center di Ferrara

 logo Ferrara mia 2

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/11/2015 — ultima modifica 13/10/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it