martedì 12.12.2017
caricamento meteo
Sections

Tecnico di garanzia della partecipazione

La scuola che sarà – Fare comunità, pianificare il territorio, progettare il futuro

L’oggetto del processo partecipativo rientra nell’ambito delle politiche di pianificazione del territorio urbano, e attiva una discussione pubblica organizzata attorno all’ipotesi di costruzione di una nuova scuola sul territorio del Comune di Montescudo -Monte Colombo.

La scuola è un elemento fondante dell’identità e del senso di appartenenza ad una comunità, soprattutto se viene concepita non solo come luogo di didattica ma anche come centro di riferimento sociale e culturale per tutta la comunità.

Questo aspetto assume un valore ancora più significativo nel contesto di un comune sorto da un processo di fusione, che ha bisogno di nuovi luoghi e processi dove sentirsi una comunità integrata e superare l’appartenenza a due comunità separate.

In particolare verrà attivato un processo partecipativo che ragioni su:

  • La raccolta e l’analisi dei bisogni e delle priorità di diversi soggetti del territorio in merito all’oggetto del processo partecipativo, compresa la possibilità che possano essere discordanti con l’ipotesi di costruzione di una nuova scuola e portino ad un progetto diverso o più ampio.
  • La co-costruzione di scenari operativi rispetto al nuovo spazio, con riferimento in particolare alle funzioni sociali e culturali dell’eventuale nuovo plesso per la comunità locale e alle eventuali modalità di co-gestione dello stesso.

Il procedimento prevede una prima fase di avvio dei lavori e condivisione del percorso con attori chiave, organizzati e non, e con tutta la cittadinanza. Il percorso verrà poi gestito attraverso appositi strumenti di DDDP e la produzione di documenti validati dal Tavolo di Negoziazione fino all’elaborazione di un Documento di Proposta Partecipata, che verrà presentato pubblicamente all’ente titolare della decisione, il quale si impegna a tenere conto delle raccomandazioni contenute per le decisioni che prenderà sull’oggetto del processo partecipativo.

Il progetto attiva due livelli di partecipazione, uno relativo al mondo scolastico e uno alla comunità locale in senso più ampio. A livello scolastico, verranno coinvolti tutti i soggetti che frequentano la scuola, per raccogliere i bisogni e le proposte di chi vive lo spazio tutti i giorni, e che dovrà vivere tutti i giorni anche l’eventuale nuovo spazio. Saranno coinvolti nel processo dirigenti, docenti e tutto il personale scolastico, ma saranno coinvolti in maniera attiva anche gli alunni della scuola attuale, dando spazio, dignità e concretezza anche ai bisogni e alle idee dei più giovani.

A livello cittadino, saranno coinvolti in primo luogo tutti i soggetti firmatari dell’accordo formale, ma anche altre forme di aggregazione territoriale rilevanti (organizzazioni, gruppi, comitati) e singoli cittadini invitati a partecipare al processo sia direttamente sia tramite comunicazione pubblica.

Accanto a questo percorso con la cittadinanza, verranno realizzate anche delle sessioni formative per il personale del Comune per l’apprendimento di teorie e tecniche di gestione dei processi partecipativi, in modo da poter gestire al meglio la fase successiva al processo attivato.

Il progetto presentato

La sezione dedicata sul sito istituzionale

La scheda nell’Osservatorio della Partecipazione

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/08/2017 — ultima modifica 12/12/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it