Città e territori

Città e territori sono i motori dell’economia europea e possono essere considerati catalizzatori di creatività e innovazione. Investire sulla valorizzazione del territorio, e in particolare delle aree urbane, significa investire sulla crescita. Lo afferma l’UE che prevede nel Prg. Fesr 2014-2020, un sostegno specifico a città e sviluppo urbano. Destinatari anche i territori in senso ampio che, con le loro peculiarità e caratteristiche, continueranno a svolgere un ruolo fondamentale nelle politiche di coesione.

Caratteristiche:

Apertura Piazza: 29 novembre 2013

Chiusura Piazza:22 dicembre 2013

Area tematica: Territorio

Politica di riferimento:

Programma operativo regionale Fesr 2014-2020

Livello di partecipazione: Consultazione

Fase della politica: Ideazione

Destinatari:

ASSOCIAZIONI, AZIENDE, CITTADINI, ENTI

Strumenti di “ioPartecipo+” attivati:

Avvisi, Documenti, Forum, Gallerie multimediali, Sondaggi

Descrizione del percorso partecipativo:

Il territorio – come si afferma nella “Carta d’identità del processo” – è argomento trasversale a diversi strumenti di programmazione nazionale, regionale ed europea.

La valorizzazione di esso, nelle sue molteplici e interdipendenti dimensioni, prevede un ruolo decisivo da parte degli enti locali, chiamati ad “individuare e dare voce alle esigenze e alle richieste dei soggetti pubblici e privati sul territorio” («Città e comunità intelligenti – Partenariato europeo di innovazione», Parere del Comitato delle Regioni, 27 settembre 2013).

Da qui la scelta della Regione Emilia-Romagna di aprire – nel contesto del Progetto “POR PER FARE” – questa “Piazza” di consultazione: al fine di raccogliere i contributi e le proposte di tutti gli stakeholder.

Sindaci, referenti provinciali, ma anche cittadini e imprese, sono stati chiamati a formulare le proprie istanze e priorità per la realizzazione di quella società intelligente, sostenibile e inclusiva che costituisce l’obiettivo dalla strategia “Europa 2020”. (Vedi: “Patto dei Sindaci - documento di adesione” e “Patto dei Sindaci – un impegno per l’energia sostenibile”.)

Incentivare uno sviluppo cittadino sostenibile, attraverso la promozione di politiche integrate, allo scopo di far fronte alle attuali sfide economiche, ambientali, climatiche, demografiche, sociali e culturali delle zone urbane, è uno degli obiettivi principali dei Programmi Fesr 2014-2020.

Il Regolamento approvato dalla UE richiede anche un approccio integrato tra Programmi operativi nazionali, regionali, e altri strumenti di intervento e finanziamento diretto in ambito comunitario.

Primo tra tutti il Programma “Horizon 2020”, di cui è parte integrante la strategia europea ‘Smart cities and communities’, che mira a incrementare – grazie alle tecnologie intelligenti – l’efficienza energetica delle città, a partire dalla mobilità sostenibile, favorendo la declinazione dell’Agenda Digitale in chiave urbana tramite l’implementazione dei servizi Ict.

Questa “Piazza”, inoltre, includeva 4 Forum e il Sondaggio: “Quali sono le priorità per un’efficace valorizzazione dei territori e delle aree urbane in Emilia-Romagna?”

Infine, erano presenti in essa i documenti: “COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, ALCONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO ED AL COMITATO DELLE REGIONI - L'Europa, prima destinazione turistica mondiale - un nuovo quadro politico per il turismo europeo” e “Il turismo nella politica di coesione tra la programmazione 2007-2013 e la prospettiva 2014-2020”.

Esiti:

“Città e territori”.Rapporto sulla consultazione in preparazione del Programma operativo regionale Fesr 2014-2020. Bologna, 22.01.2014

Contatti:

Anna Maria Linsalata - Direzione generale economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/10/22 11:08:00 GMT+1 ultima modifica 2018-11-30T09:33:15+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina