Commun facendo

MONDAINO, MONTEGRIDOLFO, SALUDECIO - IN CAMMINO VERSO UN’UNICA COMUNITÁ. Il processo partecipativo aperto a cittadini e forze sociali per discutere pro e contro della fusione dei Comuni di Mondaino, Montegridolfo, Saludecio e per definire i progetti prioritari per lo sviluppo del territorio dell'alta Valle del Tavollo.

Caratteristiche:

Apertura Piazza: 10 giugno 2016

Chiusura Piazza: 31 agosto 2016 

(Sospensione delle attività della "Piazza" per il periodo di silenzio pre-referendum, come previsto dalla Legge. La consultazione si è tenuta il 16 ottobre 2016.)

Area tematica: Autonomie

Politica di riferimento:

Fusioni di Comuni

Livello di partecipazione: Consultazione

Fase della politica: Attuazione

Destinatari:

ASSOCIAZIONI, AZIENDE, CITTADINI, ENTI 

Strumenti di “ioPartecipo+” attivati:

Avvisi, Blog, Documenti, Eventi, FAQ, Gallerie multimediali

Descrizione del percorso partecipativo:

Com’è specificato nella “Cronologia del Processo di Fusione”, i Comuni di Mondaino, Montegridolfo e Saludecio hanno aperto l’iter procedurale per la fusione delle tre Amministrazioni nell’autunno 2015: ben prima, quindi, dell’avvio del processo partecipativo che qui riassumiamo.

Il 26 settembre 2015, infatti, i tre Comuni hanno presentato, congiuntamente, alla Regione Emilia-Romagna, un’“Analisi preliminare di fattibilità” della fusione.

Non solo: dopo una serie di incontri tra gli amministratori e la popolazione, tenutisi tra il 25 e il 27 novembre 2015, con l’intento di spiegare i motivi del processo di fusione e di sentire gli abitanti a tal riguardo, il 28 novembre 2015, i Consigli Comunali di Mondaino, Montegridolfo e Saludecio hanno approvato tre Delibere (una per ciascun Comune interessato) aventi per Oggetto l’“Istanza alla Giunta Regionale al fine di esercitare l'iniziativa legislativa volta alla istituzione di un nuovo Comune a seguito della fusione dei Comuni di Mondaino, Montegridolfo e Saludecio".

La Regione ha accolto le deliberazioni presentate, auspicando di portare a compimento questa fusione entro la fine del dicembre 2016, passando per la realizzazione di un Progetto di Legge di riordino territoriale e un referendum consultivo rivolto ai residenti.

Nella “Cronologia” si legge quanto segue: “10 maggio 2016 - inizia una serie di incontri tra gli amministratori comunali e i delegati della Regione, che faciliteranno il processo di fusione”.

Tra il 23 e il 27 giugno 2016, a Saludecio, le istituzioni promotrici del percorso di partecipazione hanno invitato cittadinanza e forze sociali (imprenditori, commercianti, associazioni) a due tavoli di confronto senza la presenza degli amministratori.

In tali occasioni, gli intervenuti hanno discusso, con l’aiuto di un facilitatore, del futuro dei loro Comuni.

In seguito, il 14, 21 e 28 luglio 2016, sono state convocate tre assemblee pubbliche, questa volta alla presenza dei rappresentanti istituzionali, dal titolo: “A domanda rispondo”, per approfondire i temi emersi nei due incontri precedenti.  

Infine, la Regione ha fissato per il 16 ottobre 2016 la data del referendum in cui i cittadini hanno potuto indicare se fossero o meno favorevoli alla fusione comunale.

Contatti:

Elettra Malossi - Servizio riordino, sviluppo istituzionale e territoriale

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/11/09 12:32:00 GMT+1 ultima modifica 2018-11-29T13:36:04+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina