Cento Beni Comuni

La comunità di Cento è stata coinvolta in un percorso partecipativo per progettare la gestione dei beni comuni, partendo dalla considerazione per cui ogni cittadino sia titolare del diritto e abbia la responsabilità di prendersene cura: una riappropriazione dello spazio pubblico, inteso come "ciò che è di tutti" e non "ciò che non è di nessuno". 

Il percorso ha attivato una riflessione che si è concretizzata nella definizione di un Regolamento dei beni comuni. Sono state individuate le attività su cui indirizzare le priorità dell’azione amministrativa sia per i beni materiali, come gli spazi verdi, gli spazi sportivi, gli edifici e le sale comunali, gli spazi culturali e i monumenti, sia per i beni immateriali di tipo culturale e tradizionale, quali il Carnevale, la figura del Guercino, la Partecipanza Agraria, che coinvolgono una parte consistente dei cittadini sia nell’impegno diretto, che nell’impatto economico e organizzativo della città. 

Il percorso partecipativo è stato un’occasione importante per far dialogare associazioni, gruppi e cittadini del territorio centese sull’esigenza di lavorare in rete e, insieme all’amministrazione, portare avanti progetti ed iniziative che consentano una crescita della comunità. La definizione di un Regolamento dei beni comuni è stata dunque un’opportunità per lavorare sulla comunità e sui suoi bisogni, partendo in primis dalle realtà più attive che hanno portato le proprie esperienze e i temi salienti per contribuire alla definizione di strumenti maggiormente adeguati al contesto e più sostenibili.

Documentazione:
cento beni comuni.png

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/11/24 14:07:00 GMT+1 ultima modifica 2021-11-30T11:41:08+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina