A Modena nuovo Regolamento sui referendum comunali

Oltre al referendum consultivo introdotti anche quello propositivo e abrogativo

Con il nuovo Regolamento, approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 15 novembre ed in vigore dal 1° dicembre 2018, è diventata operativa la riforma dei referendum comunali decisa lo scorso anno con la modifica dello Statuto.

Il nuovo regolamento, oltre al referendum consultivo introduce anche quello propositivo e abrogativo, sempre su materia di competenza comunale.

Sono inoltre dettagliate le procedure per presentare la richiesta, per la raccolta delle firme, per i tempi e modi della consultazione.

Se la consultazione referendaria risulta valida ed il quesito ha ottenuto la maggioranza dei voti validamente espressi, il Consiglio comunale:

  • in caso di referendum consultivo è tenuto a deliberare entro 30 giorni dalla proclamazione dell'esito della consultazione se intende conformarsi all'esito del risultato o se intende discostarsi;
  • in caso di referendum abrogativo è tenuto a deliberare entro 60 giorni dalla proclamazione dell'esito della consultazione in modo conforme all'esito del risultato;
  • in caso di referendum propositivo è tenuto a deliberare entro 60 giorni dalla proclamazione dell'esito della consultazione in modo conforme all'esito del risultato.

A seguito dell’approvazione della nuova Legge sulla partecipazione all'elaborazione delle politiche pubbliche, la L.r.15/2018, è stato approvato dall’Assemblea legislativa un Ordine del giorno che impegna la Giunta regionale ad emanare nei primi mesi del 2019 un bando "tematico" relativo all'elaborazione di Regolamenti comunali o di norme statutarie che disciplinano le nuove forme di partecipazione dei cittadini.

Il Regolamento del Comune di Modena

Fonte: Sito Comune di Modena

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/07 16:19:30 GMT+2 ultima modifica 2018-12-07T16:19:30+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina