Capitale sociale, una scuola per riprogettare il futuro

Il 25 settembre un evento online per scrivere il Manifesto dei valori

Connettere esperienze, saperi, sensibilità e visioni, valorizzando, attraverso una modalità di insegnamento partecipativa, il lavoro di coloro che sono attivi nella realizzazione di un cambiamento. È quanto si propone Scuola Capitale Sociale: il primo progetto di scuola partecipata in Italia.  

Una scuola aperta a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco nella politica, nelle amministrazioni pubbliche, nelle istituzioni, nelle imprese e nella società: professionisti che già lavorano in ambito pubblico o privato e desiderano ampliare/rafforzare le proprie competenze, ma anche giovani diplomati o neolaureati e cittadini attivi, che non hanno mai smesso di interrogarsi. 

Un passo decisivo in questa fase di formazione della scuola sarà l’electronic Town Meeting del 25 settembre, il grande evento partecipativo online nel quale coloro che si sentiranno chiamati ad entrare a far parte di questo progetto daranno vita collettivamente al Manifesto dei Valori della Scuola. 

Per sostenere l’iniziativa è stata lanciata una campagna di crowdfunding (https://bit.ly/2RDig3o) attraverso l’hashtag #lascuolachetrasforma, dalla piattaforma Produzioni dal Basso, che ha permesso di sostenere i primi corsi pilota legati a temi fortemente di attualità e attraverso la quale è possibile entrare a far parte del Comitato Promotore della scuola di cui fanno parte Iolanda Romano, esperta di mediazione dei conflitti pubblici e fondatrice di Avventura Urbana, Lorenzo Fazio, Direttore della Casa Editrice Chiarelettere e Ugo Biggeri, Presidente della Società di gestione del risparmio di Banca Etica e fondatore di Banca Etica. 

Approfondimenti 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/23 10:15:28 GMT+2 ultima modifica 2020-09-23T10:15:28+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina