Iuav, prorogate le iscrizioni al master #Propart

C'è tempo fino al 27 gennaio 2020 per iscriversi all'unico master accreditato in Italia sui temi della partecipazione pubblica

Il termine per la presentazione all'Università Iuav di Venezia della domanda di ammissione al master #ProPart è stato prorogato al 27 gennaio 2020, alle ore 12.00, per consentire la più ampia partecipazione possibile al Bando dell’INPS, che rende disponibili contributi per l'iscrizione a master universitari accreditati, a favore di dipendenti della pubblica amministrazione.

#ProPart - accreditato con 5 borse da 4mila euro, a totale copertura del costo di iscrizione - è l'unico master su temi relativi alla partecipazione pubblica, degli oltre 320 master accreditati in Italia.

Chi fosse interessato deve:

  1. partecipare al concorso indetto dall'INPS, a partire dal 9 gennaio, presentando la richiesta di contributo per la frequenza del master Iuav #ProPart:
  2. presentare in parallelo, entro il 27 gennaio, alle ore 12.00, domanda di ammissione al master #ProPart seguendo la normale procedura on-line dell’Università Iuav.

IMPORTANTE: Per chi intende concorrere ai bandi INPS, oltre alla domanda di ammissione, va inviata entro il 27.01.2020 ore 12.00 per email a master@iuav.it la seguente documentazione:

  • nulla osta alla partecipazione da parte della pubblica amministrazione di appartenenza;
  • relazione della stessa amministrazione in cui sono esposte le motivazioni che supportano la candidatura, anche con riferimento alle particolari caratteristiche del dipendente;
  • dichiarazione con cui il candidato esprime un ordine di preferenza per l’assegnazione del contributo INPS o SNA.

Anche chi avesse già presentato la richiesta a INPS è quindi pregato di seguire la procedura sopra descritta

Il programma del master #Propart è multidisciplinare e si articola in tre moduli specialistici e professionalizzanti, suddivisi in una serie di laboratori applicativi, workshop e seminari dedicati all’acquisizione di conoscenze tecniche e metodologiche per: l’ideazione, la conduzione e gestione di processi decisionali inclusivi; la costruzione partecipata e collaborativa di piani, programmi, politiche pubbliche alle diverse scale (da quella del quartiere a quella di area vasta); l’architettura condivisa e l’urbanistica partecipata; la valutazione pubblica; la comunicazione a diversi target; la progettazione e organizzazione di eventi partecipativi; l’impiego di strategie di finanziamento che implicano modalità di attivazione sociale.

Il programma formativo è rivolto in particolare a:

  • giovani laureati che desiderano specializzarsi in progettazione partecipata, volendo farne la propria professione o comunque un ambito di lavoro;
  • professionisti e progettisti di ogni età, tecnici, funzionari e dirigenti delle pubbliche amministrazioni o di società private, operatori del mondo della cooperazione, agenti di sviluppo locale, manager aziendali, membri di gruppi e associazioni interessati a costruire politiche, progetti e programmi, servizi efficaci in vari settori: dall’architettura/ingegneria/design, alla comunicazione pubblica; dall’amministrazione pubblica, all’attività politica, alla gestione di processi inclusivi in ambienti organizzativi e culturali ad alta complessità.

Il responsabile scientifico è la prof.ssa Francesca Gelli

Approfondimenti

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/15 10:07:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-15T12:35:23+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina