Buona mobilità

In occasione dell’elaborazione del nuovo Piano Regionale Integrato dei Trasporti (PRIT), la Regione Emilia-Romagna ha deciso di affiancare alla concertazione istituzionale con enti locali, rappresentanti del mondo economico e sociale e altri attori operanti a livello territoriale prevista dalla normativa di settore (L.R. 30/98), un percorso di partecipazione volontario nello spirito della L.R. 3/2010.

Il processo perseguiva le seguenti finalità:

  • migliorare complessivamente la qualità dell’azione della Regione, favorendo e qualificando il rapporto tra Amministrazione e cittadini;
  • assicurare l’inclusione di nuovi soggetti nell’attività di elaborazione del PRIT;
  • raccogliere esperienze e punti di vista, recepire percezioni e indicazioni sui temi generali della mobilità e dei trasporti in Emilia-Romagna;
  • trarre orientamenti per definire meglio il nuovo PRIT, in termini di visione culturale e di priorità di intervento, volta anche all’individuazione delle esigenze di informazione e delle più idonee forme di comunicazione verso i cittadini in tema di trasporti.

L’evento partecipativo “Buona Mobilità. La partecipazione dei cittadini al nuovo Piano Regionale Integrato dei Trasporti (PRIT)”, organizzato a Bologna il 26 febbraio 2011 ha rappresentato l’occasione per i cittadini di avere un dialogo diretto con la Regione e di esprimere idee, orientamenti e bisogni di mobilità. 

Il 1 ottobre 2011, a Bologna, nel corso dell’evento conclusivo del percorso “Buona mobilità”, è stato presentato ai cittadini il rapporto finale di partecipazione, contenente le risposte in merito all’inserimento degli esiti della consultazione all’interno del nuovo PRIT.

Il portale E-R Mobilità

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/02/08 17:38:00 GMT+1 ultima modifica 2018-10-18T16:42:11+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina