Co-Evolve

Due percorsi partecipativi per un turismo sostenibile e responsabile

Crescita blu, quale futuro per Co-Evolve?

Bilanci e prospettive del progetto europeo

Dopo tre anni di ricca, intensa e proficua collaborazione per migliorare la pianificazione sostenibile nelle aree costiere turistiche del Mediterraneo, i partner di Co-Evolve possono stilare un bilancio dei risultati e prepararsi per il futuro.

 Gli sviluppi più recenti – Tutti i coordinatori delle aree pilota (Regione della Macedonia orientale e Tracia; Delta del Po Veneto; Regione Emilia-Romagna; Porto di Valencia; Dipartimento di Hérault; RERA SD; DUNEA) hanno completato con successo le loro azioni. È stato inoltre pubblicato il piano di trasferibilità dei risultati del progetto nelle aree pilota e su scala mediterranea. Inoltre, è stato fatto molto in termini di comunicazione e miglioramento della visibilità di Co-Evolve. Ad esempio, la partnership ha stabilito forti interazioni con la comunità tematica "Turismo sostenibile" e ha  monitorato e interagito costantemente con diverse iniziative e strategie di interesse Euro-Mediterraneo come l'Agenda UfM sulla Blue Economy, l'iniziativa WestMED, il progetto Interreg MED PANORAMED, la Carta di Bologna, l'Agenda Strategica BLUEMED per la Ricerca e l'Innovazione (SRIA).

Nuovi e più ampi orizzonti – Benché il progetto non avesse una specifica Componente di Capitalizzazione i partner hanno deciso – già in fase iniziale – di assicurare la durabilità e la replicabilità dei risultati cercando collaborazioni con altri soggetti, guardando a diverse iniziative ed opportunità di finanziamento. Così è nata l’iniziativa progettuale "Med Coast for Blue Growth", che riprende la logica e la metodologia di Co-Evolve coinvolgendo le regioni meridionali e orientali del Mediterraneo, in particolare Tunisia, Libano, Marocco e Montenegro, ottenendo la Label UfM a dicembre 2017. Dal gennaio 2018 in avanti sono quindi state realizzate diverse iniziative in parallelo con incontri interni o eventi di Co-Evolve, coinvolgendo i partner di tali Paesi.

 Lo spin-off di Co-Evolve –  Grazie a tali attività un progetto chiamato Co-Evolve4BG, che vede coinvolti la maggior parte dei partner di Co-Evolve, anche associati, è stato lanciato ufficialmente a settembre 2019, con capofila l’istituto nazionale INSTM della Tunisia e partner di Libano, Grecia, Italia e Spagna. La Regione Emilia-Romagna, già Leader del WP4 (azioni pilota) del progetto Co-Evolve, sta portando il proprio contributo, in termini metodologici, sia nella preparazione dei Piani Locali sulle aree marino-costiere, sia sotto il profilo della partecipazione (progettazione del percorso, coinvolgimento ed importanza degli stakeholder, buone prassi).

 Uno sguardo al futuro – I partner stanno inoltre guardando ad altre opportunità, programmi e iniziative per estendere ulteriormente approccio e metodologia del progetto. Co-Evolve sarà mantenuto vivo anche attraverso nuovi progetti recentemente approvati che si occupano di turismo sostenibile, come il nuovo spin-off di BleuTourMed (il nuovo progetto Interreg MED sul turismo sostenibile), nonché iniziative strategiche finanziate da Interreg MED - progetto di governance dell'asse 4 (PANORAMED) - cioè SMART MED e BEST MED. Inoltre, il Piano di trasferibilità dei risultati nelle aree pilota e su scala mediterranea sarà diffuso nel modo più ampio possibile.

Approfondimenti

  • Guarda il video dedicato ai risultati ottenuti dal progetto Co-Evolve
  • I principali deliverable prodotti sono disponibili sulla pagina dedicata del progetto

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/21 14:28:53 GMT+2 ultima modifica 2020-01-21T14:28:53+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina