Formazione

La Regione Emilia-Romagna è impegnata da anni nel promuovere forme di coinvolgimento e partecipazione dei/delle cittadini/e e dei/delle loro rappresentanti alle politiche regionali secondo un approccio quanto più possibile inclusivo e integrato tra la dimensione online e offline, per il raggiungimento di decisioni migliori e condivise. 

A partire dalle conoscenze acquisite ‘sul campo’ nei numerosi processi partecipativi attivati, sono tante le azioni messe in campo per condividere strumenti, progetti e buone pratiche: dalla pubblicazione “PartecipAzioni: sostantivo, plurale. Guida metodologica per la gestione di processi di partecipazione integrati” (pdf3.49 MB) (2015). ai corsi di e-learning sulla piattaforma SELF, passando per la realizzazione di una rete della partecipazione regionale con la Comunità di pratiche partecipative. Senza dimenticare i tanti workshop e seminari dedicati al tema. 

La “Legge sulla partecipazione all'elaborazione delle politiche pubbliche” n. 15/2018  contiene un articolo dedicato alla “Promozione della legge e formazione” nel quale si prevede che la Giunta realizzi “attività di formazione finalizzate alla promozione della cultura della partecipazione all’interno dell’amministrazione regionale e degli enti locali e alla formazione di personale in grado di progettare, organizzare e gestire processi partecipativi” (art. 10, comma 2). 

La proposta formativa 2019 

Tra le iniziative inserite nel piano di formazione e già realizzate, il corso “Autoscuola della Partecipazione: imparare facendo insieme”: una serie di attività laboratoriali “in presenza” e, parallelamente, un corso online con l’obiettivo di formare progettisti/e della partecipazione che abbiano visione e conoscenza di strumenti per gestire un processo partecipato. 

Nel novembre è stato inoltre realizzato un ciclo di 3 laboratori sul tema dei beni comuni, in partenariato con Labsus, che ha visto oltre 50 partecipanti per ogni giornata. I seminari così come il report conclusivo delle giornate sono stati un’occasione di riflessione sul tema dell'amministrazione condivisa dei beni comuni anche per gli iscritti alla Comunità di pratiche partecipative regionale. 

La proposta formativa 2020 

Attraverso la Comunità di pratiche partecipative, i bisogni emersi dal processo Autoscuola della Partecipazionedal workshop di co-progettazione dedicato, si è predisposta la proposta formativa 2020 della Regione Emilia-Romagna sul tema partecipazione. 

Le attività formative 2020 prevedono, con un budget di 25mila euro, un nuovo corso e-learning, aggiornato con i contenuti sviluppati nell’Autoscuola della Partecipazione, un percorso dedicato alla rigenerazione urbana e una serie di moduli tematici online con l’obiettivo di creare, preparare e mettere in rete progettisti della partecipazione:

  • il primo modulo tematico è “I metodi per facilitare” (1, 8, 15 e 28 ottobre 2020, dalle 9 alle 13). Fra gli argomenti trattati: 
    • la cultura di base della facilitazione di relazioni e gruppi;
    • sviluppare le competenze adatte per integrare le differenze interpersonali in una cultura di rete organizzativa, per gestire i comportamenti dissonanti;
    • evidenziare i metodi e gli strumenti pratici per la gestione di resistenze, malintesi, divisioni.
  • il secondo modulo tematico è "La valutazione dell’impatto dei processi di partecipazione" (10, 12, 17, 19 novembre 2020, dalle 10 alle 13). Fra gli argomenti trattati: 
    • il concetto di valutazione della partecipazione; 
    • progettare e avviare in autonomia un processo di valutazione di un percorso partecipativo, secondo la normativa e le linee guida regionali; 
    • misurare i processi partecipativi e i rispettivi indicatori per migliorarne gli impatti e la qualità; 
    • coinvolgere i destinatari della partecipazione nel progetto valutativo (valutazione partecipata). 
  • il terzo modulo tematico è dedicato al "Ruolo della comunicazione nei processi partecipativi" (10 e 15 dicembre 2020, dalle 9 alle 13). Fra gli argomenti trattati: 
    • le strategie comunicative più efficaci per promuovere il valore della partecipazione 
    • l’identificazione dei pubblici (interni ed esterni) e dei target delle attività di comunicazione; 
    • come riconoscere una comunicazione coerente, ecologica, inclusiva, improntata alla responsabilità sociale; 
    • la comunicazione come strumento di engagement e di rafforzamento di reti e relazioni; 
    • come gestire la comunicazione in contesti mutevoli e conflittuali. 

Consulta i materiali didattici dei moduli formativi.

Guarda il video dedicato ai moduli tematici formativi.

A queste attività si affianca l’aggiornamento del corso online sulla piattaforma Self e la collaborazione con l’Hub regionale per gli Usi temporanei.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/10/18 13:09:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-10T10:06:12+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina