Cinque anni di Partecipazione

Quattro interviste per raccontare “dove va la partecipazione” e il nostro contributo a diffonderne la cultura

Un investimento sempre crescente nella Partecipazione, quello della Regione Emilia-Romagna negli ultimi anni: 2,3 milioni di euro per oltre 800 processi partecipativi rilevati e 160 progetti finanziati. Solo nell’ultimo anno, oltre ad approvare la nuova legge sulla Partecipazione, abbiamo realizzato tre bandi pubblici, di cui uno tematico a sostegno degli enti impegnati ad attivare processi partecipativi per la revisione dei propri statuti o regolamenti relativi alla partecipazione. 

Lo scorso 18 settembre abbiamo celebrato la prima Giornata della Partecipazione, istituita proprio dalla nuova legge, con un evento che ha coinvolto oltre 160 persone, provenienti dal mondo delle istituzioni (enti pubblici, associazionismo e sindacati) dell’intero territorio regionale e con ospiti anche di altre regioni italiane. Un vero e proprio laboratorio che ha visti impegnati i partecipanti al corso formativo “Autoscuola della Partecipazione”, la community di “progettisti della partecipazione” nata dall’esperienza della Comunità di pratiche partecipative, con 110 operatori della pubblica amministrazione iscritti ed una Piazza dedicata su ioPartecipo+.   

Un bilancio di questi anni di lavoro ci ha portato ad una riflessione sugli obiettivi raggiunti dalla Regione Emilia-Romagna con quattro video interviste ad altrettanti “protagonisti Partecipazione”. A partire dall’Assessore al bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità della Regione Emilia-Romagna, Emma Petitti, e dal Tecnico di Garanzia della Partecipazione Leonardo Draghetti, che ci hanno fatto un quadro di quanto realizzato e le azioni da mettere in campo nei prossimi anni. Abbiamo poi sentito il parere di alcuni esperti del settore come Gregorio Arena, docente di Diritto Amministrativo all’Università di Trento e Presidente di Labsus e Daniela Poggialidirigente del Settore Turismo, Cultura e Servizi al Cittadino del Comune di Cervia. 

Intanto, raccontandovi quello che ci è più proprio: “diamo i numeri” delle nostre attività, che crescono e si diffondono, anche grazie anche a voi tutti. 

Dal 2015 al 2019 sono state 25 le Dal 2015 al 2019 sono state 25 le Piazze gestite nel nostro portale - di cui 4 ancora attive (Co-Evolve, Comunità di Pratiche PartecipativeLa Comunità del Sistema Museale RegionalePaesaggio e Rischio)a supporto di processi partecipativi avviati da servizi regionali o enti locali su più svariati temi: dalla sanità alla mobilità, dalle fusioni comunali alla protezione civile. 

Alcuni percorsi sono durati anni, producendo ulteriori occasioni di proposte partecipative, altri alcuni mesi, ma tutti con interessanti risultati che hanno inciso poi nella predisposizione di leggi, atti o decisioni delle amministrazioni pubbliche, tenendo conto delle idee espresse dai cittadini. 

La nostra piattaforma, non si è limitata a dare informazione o testimonianza reportistica ma ha offerto uno strumento di partecipazione in più, progettato e pensato insieme ai proponenti, che ha permesso una interazione costante di ogni cittadino con i processi, attraverso: sondaggi, blog, faq, forum aperti, glossari. 

In 5 anni ben 155.000 visite al portale, con quasi 525.000 pagine visualizzate. 

Ma non solo una mera lettura passiva, quasi 2.000 iscritti alla piattaforma, che hanno effettuato 3.858 ricerche sul sito e oltre 52.000 download. 

Del resto, oltre alle Piazze, quasi 1.600 notizie pubblicate, approfondite da più di 100 newsletter a cui sono iscritte oltre 400 persone. 

Risultati positivi che ci hanno spronato a migliorare, tanto da aver apportato radicali cambiamenti al nostro portale, sia unificando le notizie della Giunta e dell’Assemblea Legislativa, sia nella veste grafica che nell’ampliamento degli strumenti di interazione. 

Ma se il nuovo portale pare essere gradito, è soprattutto dai profili social che abbiamo avuto le maggiori soddisfazioni.  

Solo negli ultimi due anni i 920 post nel nostro profilo Facebook hanno avuto quasi 137.000 visualizzazioni, grazie ai 1.543 fan, mentre i quasi 900 tweet pubblicato sul nostro profilo Twitter – seguito da oltre 600 follower – hanno superato le 325.000 visualizzazioni. 

Sulle nuove modalità di comunicazione e strumenti, continueremo a lavorare, con l’obiettivo di diffondere le pratiche partecipative, coinvolgendo sempre più cittadini e aumentando le opportunità di relazione e dialogo tra amministrazioni pubbliche e cittadini. 

Già con l’apertura del nostro canale su YouTube, abbiamo realizzato, solo nel 2019, ben 22 video con oltre 2.000 visualizzazioni, volti ad offrire una informazione più snella e semplice di bandi e leggi adottati sul tema della partecipazione o a creare una sintetica reportistica, degli incontri e dei seminari organizzati, più agevole e accattivante. 

Fra le novità dell’ultimo anno, inoltre, c’è il nuovo portale dell’Osservatorio Partecipazione che raccoglie e presenta le attività di monitoraggio, le analisi, i dati e le statistiche sulla partecipazione in Emilia-Romagna. 

I prossimi impegni vedranno in particolare: 

  • una intensificazione delle attività comunicative legate alla Comunità di pratiche, che vanta già ben 180 iscritti, provenienti da tutti i territori della regione e non solo, e a cui potete iscrivervi compilando l’apposito form online; 
  • tre seminari, nel mese di novembre, dedicati ai Beni Comuni a cura di Labsus; 
  • nuove proposte informative/formative attraverso l’utilizzo di webinar e la piattaforma SELF il sistema di e-lerning della Regione Emilia-Romagna; 
  • l’ampliamento della rete relazionale volta ad interagire con i territori per acquisire, dandone poi notizia, informazioni sugli eventi o dei percorsi intrapresi localmente, sia da parte di strutture pubbliche che enti, aziende o associazioni. A questo proposito vi ricordiamo che potete sempre segnalarci progetti o convegni sul tema della partecipazione, scrivendo all’indirizzo e-mail della redazione: Partecipazione@Regione.Emilia-Romagna.it. 

Ma le novità non si esauriscono ovviamente qui. Continuate a seguirci per scoprire i nuovi progetti e ad aiutarci a far sì che la partecipazione diventi una pratica quotidiana del buon amministrare e cuore di una comunità più coesa e democratica. 

Approfondimenti

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/05 18:33:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-05T18:37:40+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina