L'analisi sui criteri e le premialità per la valutazione dei progetti presentati ai bandi regionali

La clausola valutativa chiede di fornire anche le informazioni riguardo alla formulazione delle graduatorie dei bandi, nello specifico chiede di indicare come i criteri per la valutazione delle domande per l'ammissione a contributo dei progetti e le relative premialità incidono sulla formulazione della graduatoria.

Per poter rispondere in modo adeguato sono state analizzate le graduatorie dei bandi 2018, 2019 e 2020. 

Le graduatorie dei tre bandi analizzati attribuiscono un contributo, anche in base ai fondi disponibili, ai progetti che hanno dei prerequisiti di minima, come ad esempio la certificazione di qualità.

In tutti i tre anni considerati i criteri utilizzati per la formulazione delle graduatorie e la conseguente assegnazione dei fondi sono suddivisibili in quattro componenti che sono state chiamate “punteggi qualità”, “punteggi istituzionali”, “punteggi tematica” e “punteggi tecnici”.

Il punteggio di qualità è il punteggio relativo alla certificazione di qualità prevista dall’art. 17 della L.r. 15/2018, attribuito dal Tecnico di garanzia della partecipazione.

Il punteggio istituzionale comprende le premialità attribuibili in base alle caratteristiche del proponente, ad esempio essere un comune con meno di 5.000 abitanti oppure un’unione di comuni, o un comune nato da fusione.

Il punteggio tematica afferisce invece alle premialità definite dai bandi in relazione all'oggetto del percorso partecipativo.

Infine, il punteggio tecnico è l’insieme delle premialità attribuibili in base ad alcune caratteristiche del progetto, come ad esempio la presenza di un accordo formale, la previsione di costituzione del Comitato di garanzia, il co-finanziamento del progetto ecc...

Per verificare in ciascun anno quale delle componenti ha avuto un’incidenza maggiore sulla graduatoria complessiva, sono state ricalcolate le graduatorie escludendo una alla volta le 4 componenti che compongono il punteggio complessivo e sono state analizzate le differenze tra gli esiti della graduatoria complessiva e le 4 graduatorie senza una componente.

I risultati di questa analisi sono stati inseriti nella Relazione alla clausola valutativa al capitolo 2: “I criteri per la valutazione delle domande per l'ammissione a contributo dei progetti e le premialità che incidono sulla formulazione della graduatoria”.

I dati sono stati elaborati dal Servizio innovazione digitale, dei dati e della tecnologia della Regione Emilia-Romagna.

Documentazione:

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/09/14 10:02:04 GMT+2 ultima modifica 2021-09-14T10:02:04+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina